Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Mafia, il dopo Riina è all'insegna della pacifica convivenza
«Droga e racket linfa per cosche, prevale silenzio vittime»

La guerra per la successione del capomafia corleonese non si è mai scatenata, ma anzi ha visto processi «non conflittuali» tra i clan. Il tutto sotto l’occhio del boss Messina Denaro, come emerge dalla relazione del presidente della Corte d'appello di Palermo Matteo Frasca

Antonio Mercurio

Agli scontri a fuoco, le cosche preferiscono la pacifica convivenza. La tanto temuta guerra di mafia per la successione di Totò Riina, infatti non si è mai scatenata. Al contrario, le dinamiche associative dei mandamenti del capoluogo si sono svolte all’insegna di processi «non conflittuali». Il tutto sotto l’occhio vigile ma benevolo del boss latitante Matteo Messina Denaro, che non «avrebbe interferito» nel processo di riorganizzazione dei vertici dell’organizzazione criminale». Uno scenario, quello delle dinamiche di Cosa nostra palermitana, che emerge dalla relazione del presidente della Corte d'appello del distretto di Palermo, Matteo Frasca, resa pubblica oggi durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario. Un quadro che, tuttavia, non deve trarre in inganno: Cosa nostra è più viva che mai e agisce, seppur silenziosa, per mantenere il controllo capillare sul territorio.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×