Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Comune prova a stimolare le partecipate con gli incentivi
Per gli amministratori di Rap e Amat 40mila euro all'anno

Con la determina sindacale n°2 del 10 gennaio la giunta Orlando prevede per la prima volta 10mila euro in più ai dirigenti delle aziende «per il raggiungimento degli obiettivi assegnati». Per Sispi e Reset stipendi da 30mila euro

Andrea Turco

Quarantamila euro all'anno: il compenso degli amministratori delle società partecipate del Comune di Palermo resta uguale all'anno appena trascorso. La giunta Orlando ha però previsto per il 2019 10mila euro di incentivo «per il raggiungimento degli obiettivi assegnati». Con la determina sindacale n°2 del 10 gennaio si apprende della novità scelta dal sindaco per stimolare Amat (trasporti), Amg (illuminazione), Amap (acqua), Rap (rifiuti): una soluzione che probabilmente da una parte intende invogliare gli amministratori delle società più sotto osservazione - dalla politica e soprattutto dai cittadini - a spingere al massimo per garantire alla quinta città d'Italia servizi adeguati; e dall'altra intende forse ricompensare coloro che nel 2018 hanno più volte dovuto affrontare cicloni e tempeste

L'ultimo, in questo senso, è l'amministratore di Rap Giuseppe Norata. Che tra una raccolta differenziata che non decollanonostante gli sforzi, e il centro comunale di raccolta rifiuti che già raccoglie le prime criticità tenta di divincolarsi dalle secche di una gestione che finora ha provocato al professionista più grattacapi che soddisfazioni. Non a caso è stato anche il primo a dover affrontare una commissione di verifica scelta da Orlando, seguito a ruota da Mario Butera, amministratore  Amg in quota Sinistra Comune. Per gli amministratori delle altre due società partecipate, Sispi e Reset, resta identico l'incentivo da 10mila euro ma il compenso è più basso, ovvero è di 30mila euro a testa. Il motivo è presto detto: Sispi è tra le aziende del Comune la più piccola; mentre Reset ha un capitale sociale inferiore rispetto alle sorelle.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×