Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Comunali, il centrosinistra comincia a parlare di programmi
«Ridurre disuguaglianze e avvicinare i cittadini alle istituzioni»

Per una volta si mette da parte il perimetro e ci si focalizza sulle idee con il confronto pubblico organizzato da Facciamo Palermo, il contenitore delle anime progressiste palermitane, che correrà in coalizione con Pd e M5s

Gabriele Ruggieri

«Palermo non ha bisogno di eccellenti attaccanti o fantasisti, ha bisogno di buoni allenatori». La sinistra per una sera smette di concentrarsi sul perimetro dell'alleanza e passa allo step successivo, raccogliendo idee, propositi, obiettivi, tasselli di quello che alla fine sarà il programma della coalizione che annovera Partito democratico, Movimento 5 Stelle e Facciamo Palermo, l'unione delle varie anime della sinistra palermitana. E proprio Facciamo Palermo si è intestata l'organizzazione di un confronto incentrato sui temi e aperto al pubblico.

Non si parla ancora di nomi o quanto meno non lo si fa apertamente, ma tra gli oratori intervenuti, in un clima di ormai consolidata familiarità, c'erano almeno un paio di papabili per la candidatura a sindaco di Palermo. Anzitutto Mariangela Di Gangi, l'attivista dell'associazione Zen Insieme che ha fatto da padrona di casa, è stata anche piuttosto eloquente sull'identikit che l'alfiere del campo largo dovrà avere per rimanere alla guida della città anche dopo l'uscita di scena di Leoluca Orlando. L'errore da non commettere, secondo Di Gangi, è quello di «cercare il superuomo o la super donna per governare questa città. Credo che tra le persone a questo tavolo e anche fuori esiste tutto quello che serve a Palermo: Gente di buona volontà, disposta a rimboccarsi le maniche. E le capacità non ci mancano».

Un tavolo a forte trazione femminile, quello di cui parla Di Gangi, con Cleo Li Calzi, già assessora regionale nel governo Crocetta, Valentina Chinnici, consigliera comunale di Avanti insieme, il consigliere si Sinistra Comune Fausto Melluso, ma anche la deputata nazionale del Pd Teresa Piccione e l'ex assessora Agnese Ciulla, oltre al deputato nazionale del Movimento 5 Stelle Adriano Varrica, che ha parlato di infrastrutture e del deputato regionale Giampiero Trizzino, intervenuto per parlare di rigenerazione urbana e gestione dei rifiuti, nonché altro nome accreditato per la candidatura a sindaco.

«Il problema fondamentale sono le disuguaglianze, che non sono solo quelle tra ricchezza e povertà, tra accesso ai servizi e non, ma anche diseguaglianze nella democrazia, che allontanano i cittadini dai luoghi istituzionali - continua Di Gangi - Se vogliamo essere comunità dobbiamo accorciare le distanze per ridurre le diseguaglianze. Per questo è necessario decentrare, diluire il potere di chi governa e dare ai territori la possibilità di autodeterminarsi, non gravando su sistema di governo centrale. Non devono essere le persone a raggiungere i servizi, ma i servizi a raggiungere le persone. Questa è una città che non riesce a garantire a tutti i bambini e le bambine un futuro uguale se nascono in quartieri diversi e questa è una grave macchia».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×