Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Consiglio, salta l'ok al piano triennale opere pubbliche
Manca numero legale. «Boicottaggio che costa alla città»

«Si trovano accordi solo sul non fare e sul posticipare», lamentano in una nota i componenti dei gruppi Avanti Insieme, Movimento 5 stelle, Partito Democratico e Sinistra Comune. E, intanto, c'è anche chi ha annunciato di fare ricorso alle vie legali

Redazione

Manca il numero legale e salta l'approvazione del piano triennale delle opere pubbliche in consiglio comunale a Palermo. «Oggi, ancora una volta la maggioranza dei componenti ha trovato l'ennesimo espediente per non affrontare il piano triennale delle opere pubbliche disertando l'aula - scrivono in una nota i componenti dei gruppi Avanti Insieme, Movimento 5 stelle, Partito Democratico e Sinistra Comune - Il piano è importante per la nostra città e per non perdere finanziamenti per infrastrutture fondamentali come l'illuminazione pubblica, la manutenzione di edifici scolastici e il tram». 

I consiglieri parlano di un «boicottaggio che la città sta già pagando» a causa di un «Consiglio che trova accordi solo sul non fare e sul posticipare le vicende più delicate e urgenti. Approvare il piano con ulteriore ritardo - sottolineano i consiglieri - determinerebbe la perdita di milioni di euro già stanziati. Per questo chiederemo alla conferenza dei capigruppo di impegnarsi a votare l'atto entro la prossima settimana. Chi ha deciso di bocciare il piano triennale e oggi non consente di tornare a discuterlo - continua la nota - dovrà assumersi le proprie responsabilità di fronte alla città».

«La scelta dei consiglieri comunali della nuova maggioranza di boicottare la discussione sul piano triennale delle opere pubbliche è un atto immorale», ha aggiunto in una nota il segretario provinciale di Rifondazione comunista Vincenzo Fumetta che ha anche annunciato di avere dato mandati ai legali del partito di predisporre un esposto alla Corte dei conti e alla procura per denunciare «le continue diserzioni in aula che rappresentano un gravissimo danno agli investimenti: centinaia di milioni rischiano di andare persi con danni enormi per la città e per i suoi lavoratori».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×