Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il Palermo è pronto al big-match con il Catanzaro
Filippi: «Voglio progressi in termini di attenzione»

Il tecnico suona la carica in vista dello scontro diretto al Barbera con un'altra candidata alla promozione. Intenzionati a voltare pagina dopo il ko a Taranto i rosanero vogliono lanciare un messaggio importante al campionato. In difesa out lo squalificato Lancini

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

La sostanza è la stessa, cambia la forma. Sono tutti esami gli impegni che il Palermo ha già sostenuto e dovrà sostenere ancora in questo campionato. Ma dopo avere affrontato squadre ripescate o neopromosse, i rosanero adesso avranno davanti altri tipi di ostacoli, avversari appartenenti (almeno sulla carta) ad un livello superiore. Il cambiamento, visibile in un certo senso già mercoledì in occasione del match di Coppa Italia contro un Monopoli che pur non appartenendo alla prima fascia resta comunque l’unica compagine a punteggio pieno dopo tre giornate, si percepirà in maniera ancora più nitida nella gara odierna contro il Catanzaro in programma al Barbera alle ore 14,30 e valida per la quarta giornata del girone C. E’ un vero e proprio scontro diretto che vedrà di fronte due tra le candidate alla promozione in B o, in ogni caso, due compagini potenzialmente in grado di recitare un ruolo da protagonista in questa stagione.

E sarà uno scontro diretto che a Palermo e Catanzaro, che oltretutto si sfideranno pure agli ottavi di finale della Coppa Italia di categoria, servirà anche a capire di che pasta sono fatte realmente. I calabresi, a quota 5 punti, vorranno imprimere un’accelerata al loro cammino dopo i pareggi di fila contro Picerno e Potenza. Gli uomini di Filippi, intenzionati a voltare definitivamente pagina dopo la sconfitta rimediata a Taranto, proveranno a sfruttare ancora l’effetto Barbera prodotto da sette successi consecutivi in gare ufficiali tra vecchia e nuova stagione e battere una diretta concorrente significherebbe, anche sotto l’aspetto psicologico, dare subito alla stagione un certo tipo di indirizzo. «Questa partita – ha sottolineato Filippi - ha un valore uguale a quello del match con il Monopoli che abbiamo vinto grazie all’attenzione, alla voglia e alla determinazione che abbiamo messo in campo. Mi aspetto contro il Catanzaro dei progressi sul piano dell’attenzione in modo da non ripetere errori gratuiti che ci hanno condizionato. Detto questo, a me il Palermo piace. Mi piace il modo in cui gioca e in cui interpreta le partite. Gara della verità contro i giallorossi? Sarà una bellissima partita contro una squadra forte, organizzata e con un’identità consolidata grazie all’ottimo lavoro svolto dall’allenatore».


Per la gara contro i calabresi, per la quale – comunica il sito ufficiale del club di viale del Fante - sono in vendita 80 biglietti interi acquistabili dai sostenitori di casa non abbonati in virtù del riempimento solo parziale del settore ospiti, sono venti i convocati. Sulla falsariga degli appuntamenti che hanno scandito questo avvio stagionale, Filippi dovrà fare i conti un’altra volta con uomini contati in difesa. Con un’emergenza che, a prescindere dalle indisponibilità degli infortunati Accardi e Peretti, è acuita in questo caso dalla squalifica di Lancini. Chi sarà il suo sostituto? Uno tra Perrotta e Marconi, difensori che stazionano di solito sul centrosinistra ma adattabili anche al centro. A centrocampo, dove si candida Valente galvanizzato dal gol realizzato contro il Monopoli in occasione del suo esordio stagionale nell’undici titolare e impiegabile sia a destra al posto di Almici che sulla corsia opposta al posto di Giron, riflettori puntati su Luperini. Il numero 17 rosanero finora ha agito al fianco di De Rose ma nel corso della seduta di venerdì è stato provato anche come trequartista (con Dall’Oglio in mediana) assieme a Fella, che sente profumo di titolarità in seguito al match di Coppa Italia in cui è stato protagonista, a supporto di Soleri, in ballottaggio con Brunori (che Filippi ha definito l’attaccante più forte del torneo) in qualità di unica punta.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×