Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Summer Camp di Tedesco, Zaccardo guest star
«Spero che il Palermo torni presto dove merita»

L'ex terzino destro rosanero, campione del mondo in Germania nel 2006 con la Nazionale, in questi ultimi giorni ha coadiuvato l'ex compagno di squadra nella conduzione di allenamenti per bambini dai cinque anni in su. E con la qualifica di agente potrebbe essere d'aiuto ai rosa

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Dal 2004 al 2008, al di là delle 161 presenze in gare ufficiali condite da 9 gol, ha dato il suo contributo per la causa rosanero distinguendosi per costanza di rendimento e disponibilità al sacrificio. Ora, a distanza di tredici anni, Cristian Zaccardo potrebbe rendersi utile sotto un’altra veste: dall’esterno, segnalando - in virtù del suo nuovo status di agente - elementi potenzialmente funzionali alle esigenze del Palermo. L’ex terzino destro rosanero ha manifestato questa disponibilità a margine del Summer Camp di Giovanni Tedesco in corso di svolgimento in via Badia al centro sportivo del Monreale Calcio. Appuntamento di cui Zaccardo, compagno di squadra di Tedesco alle pendici di Monte Pellegrino, è stato in questi ultimi giorni la guest star.

«Onestamente non sono portato per fare l’allenatore – ha ammesso l’ex difensore che ha coadiuvato il promotore dell’iniziativa nella conduzione degli allenamenti rivolti ai bambini dai cinque anni in su – sono più portato per il ruolo di direttore sportivo. A me piace tanto il calcio mercato e dall’1 febbraio di quest’anno sono agente. Potrei, dunque, sfruttare questo incarico per portare eventualmente a Palermo qualche profilo interessante. Se seguo la squadra? Sono un tifoso rosanero – prosegue Zaccardo che due anni fa proprio in ottica Palermo è stato contattato da Ferrero, presidente della Sampdoria e concorrente di Mirri per l’assegnazione del bando vinto poi da Hera Hora – peccato che nella scorsa stagione non ci siano stati i presupposti per la promozione in B ma spero che al più presto i rosa possano tornare dove la piazza merita. Ci vuole tanta pazienza e anche fortuna». E tra gli scogli da superare nella prossima stagione spiccano i derby siciliani con Catania e Messina: «Sono partite particolari e la contemporanea presenza delle tre squadre in A quando io ero qui è stata una vetrina importante per tutta la Sicilia. Con il Catania ho disputato quattro derby, tra cui quello in cui avvenne il tragico episodio (il riferimento è alla morte dell'ispettore capo di Polizia, Filippo Raciti, all'esterno dello stadio Massimino il 2 febbraio 2007, ndr), con uno score di tre vittorie e una sconfitta. Ricordo anche le gare con il Messina, squadra che mi portava bene e alla quale ho segnato».

Il curriculum di Zaccardo è impreziosito dal titolo di campione del mondo ottenuto in Germania nel 2006. Un successo che richiama l’attuale exploit degli azzurri in procinto di giocare la finale dell’Europeo a Wembley contro l’Inghilterra: «Mancini ha dato un’identità alla squadra e 33 risultati utili di fila non arrivano per caso. Ciò che sta facendo la squadra lascia ben sperare anche per la finale di domenica. Se vinci – ha aggiunto l’ex rosanero memore del trionfo in terra tedesca – sei nella storia perché lasci un timbro e porti a casa la Coppa, se perdi invece vieni ridimensionato anche perché c'è la tendenza a ricordare solo le vittorie. L’Italia, in ogni caso, sta giocando molto bene e ci sono le condizioni per potere gioire ancora. Analogie con la mia Italia campione del mondo nel 2006? Il fatto che oggi come allora, anche se forse nel 2006 c’erano in organico più top players, in squadra sono tutti utili ma nessuno indispensabile. Pessina, ad esempio, entra dalla panchina e segna, entra Chiesa e segna spostando gli equilibri della partita. Sono segnali. Adesso manca l’ultimo sforzo. E anche in questo caso ci vuole pure la componente fortuna come avvenuto contro la Spagna in occasione dei rigori. Che sono una lotteria».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×