Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Scoperto giro di usura gestito dal fratello del boss Cillari
In manette quattro persone. Imprenditori e vip tra le vittime

A tirare le fila dell'organizzazione sarebbe stato Salvatore Cillari. I proventi venivano in parte riciclati in un noto ristorante al mercato del Capo. Il business sarebbe andato avanti almeno dal 2016, per continuare anche durante il periodo del lockdown

Redazione

Un giro d'usura tra Palermo e Roma che andava avanti almeno dal 2016, con tassi d'interesse sui prestiti che arrivavano anche al 140 per cento all'anno, gestito dai parenti del boss di Porta Nuova Gioacchino Cillari, ergastolano, esecutore materiale dell'omicidio dell'appuntato dei carabinieri Gioacchino Crisafulli. Sono cinque le misure cautelari emesse dal tribunale di Palermo dopo le indagini del Gico della guardia di finanza. Al vertice dell'organizzazione, che non si era fermata neanche durante i periodi più bui dell'emergenza sanitaria, il fratello del boss, Salvatore Cillari, già coinvolto in un giro di scommesse illecite.

Parte dei proventi illeciti sarebbero stati poi autoriciclati dal figlio di Salvatore, Gabriele, finito ai domiciliari, che investiva il denaro nell'osteria L'Acerba, nel cuore del mercato del Capo. In manette anche Matteo Reina, classe '60 e Giovanni Cannatella, classe '72, accusati di avere operato a vario titolo come intermediari nel meccanismo finalizzato alla erogazione dei prestiti di denaro, entrando in contatto con le vittime, proponendo piani di rientro, e veicolando messaggi per il rispetto della scadenza delle rate concordate. Divieto di dimora, infine, per Achille Cuccia, 61 anni.

 I finanzieri hanno portato alla luce, grazie a intercettazioni, pedinamenti e analisi finanziarie, un sistema ben organizzato, basato su assegni postdatati a garanzia dei prestiti e donazioni in contanti per eludere la tracciabilità dei flussi di denaro, che in pochi anni avrebbe erogato prestiti per 150 mila euro. Un sistema che comprendeva anche le immancabili minacce alle vittime che non saldavano il proprio conto e nelle cui maglie era caduto persino il conduttore radiofonico Marco Baldini, che aveva bussato alla porta dei Cillari in cerca di un prestito tra il 2017 e il 2018.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×