Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Orlando difende Amap con la Commissione d'inchiesta
«Mai sversato in mare, a qualcuno l'azienda dà fastidio»

Il sindaco di Palermo risponde alle domande dei parlamentari e spiega l'operato della partecipata nella gestione delle acque reflue e del percolato. Poi attacca: «Si vorrebbe vedere tutto in mano ai privati»

Gabriele Ruggieri

«Mai, mai, mai, mai l'Amap ha sversato acque reflue in mare». Leoluca Orlando va subito al punto e torna sulla questione che ha portato al commissariamento dell'Amap, azienda partecipata del Comune di Palermo che non solo gestisce acqua e depuratori nel capoluogo, ma anche in tutta la provincia. Un colpo pesante per l'amministrazione orlandina, che tra le sue fila vanta tra l'altro Maria Prestigiacomo, presidente della società fino al momento in cui le è stato chiesto di entrare in Giunta come assessora ai lavori pubblici, che ha rimesso nelle mani del sindaco la delega ai rapporti con Amap, solo quella. Torna sulla vicenda Orlando, ma lo fa perché chiamato a rendere conto di fronte alla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati”, presieduta dall’onorevole Stefano Vignaroli.

«Ho concordato con l’assessora il ritiro della delega - spiega Orlando - ma solo per evitare strumentalizzazioni». Piena fiducia, dunque, nei confronti dell’assessora, alla quale, ha sottolineato il sindaco, «non viene contestato un provvedimento specifico, ma è indagata quale persona giuridica che ha responsabilità legale sull'Amap». E riguardo l'audizione, invece, Orlando parla di  «un incontro importante per il quale ringrazio la Commissione, in cui ho fornito una serie di dati che mi sono stati consegnati da Rap e Amap. Fintanto che sarò sindaco di questa città la gestione dell'acqua rimarrà pubblica».

Proprio sul tema dell'acqua pubblica il sindaco batte più volte, «Capisco che a qualcuno dà fastidio l'Amap, una delle più grandi aziende nel suo genere totalmente pubblica, non come certi altri gestori che in passato non hanno fatto altro che azioni poco chiare». Per il resto: Forniremo alla Commissione una relazione tecnica ancor più dettagliata rispetto al trattamento delle acque reflue ed il piano industriale con tutti gli investimenti previsti. Dal 1° giugno, infatti - continua a rif - possiamo finalmente intervenire perché la ex provincia di Palermo è l'unica delle nove ex province siciliane che ha approvato il piano d'ambito così come richiesto dalla Regione Siciliana. «Il quadro che ho manifestato alla Commissione è di grande emergenza e di calamità istituzionale per quanto riguarda i rifiuti in Sicilia -dice ancora Orlando – non c'è mai e poi mai stato sversamento a mare dai depuratori dell'Amap».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×