Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

L'esperienza politica di Battiato da assessore senza cravatta
Un artista spirituale avverso alla «sacralità delle istituzioni»

Dai rimproveri per l'abbigliamento a quelli per le assenze. Dal tour durante la discussione della Finanziaria all'Ars al licenziamento per le dure parole contro il parlamento. In mezzo, la presentazione a Catania: «Con i politici non voglio avere niente a che fare»

«Di prassi durante l’aula va indossata la cravatta». Fin dagli anni Settanta, sul palco, Franco Battiato era solito presentarsi in completo: giacca, camicia chiara e cravatta a stridere con i suoi movimenti a tratti sgraziati, ad altri ipnotici, mentre cantava le sue canzoni. Ma quello era l'abito di scena, apparteneva a un altro mondo. La politica da sempre è stata oggetto di critiche da parte del maestro, nonostante oggi, dopo la sua morte, venga ricordato praticamente da tutti. Da Giorgia Meloni all'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Passando per Matteo Salvini che nel 2013, dopo l'addio di Battiato alla giunta regionale, lo bollò come «un piccolo uomo».

Per la sua esperienza da assessore Battiato  aveva scelto un maglione scuro, aderente, a collo alto, indossato sotto a una giacca grigia. Dettagli che passerebbero in secondo piano davanti alla grandezza dell'artista e del lavoro a cui era chiamato, ma che avevano destato subito mugugni e persino il rimprovero dell'allora presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone. Che dopo la prima seduta al cospetto della nuova giunta regionale guidata dal neo eletto Rosario Crocetta aveva tuonato: «Anche l'assessore dovrà adeguarsi».

Una polemica rilanciata da più parti, che paradossalmente aveva fatto ben sperare per il futuro del cantautore nell'inedita veste di assessore al Turismo a palazzo d'Orleans. Era il novembre del 2012 e quello di Battiato era stato percepito come un segno di rottura con schemi vecchi e logori. La presentazione di Battiato assessore avvenne nella cornice di palazzo Platamone, a Catania. Un giorno particolarmente caotico per la presenza, e la protesta, di alcuni lavoratori dell'ex colosso della grande distribuzione Aligrup. Ai giornalisti si presentò con poche parole: «Io non faccio politica e con i politici non voglio avere niente a che fare». Il presidente della Regione diventò «un personaggio travolgente». «Quando è venuto a propormi di fare l'assessore - spiegava Battiato - ho accettato volentieri. A Rosario ho detto che non voglio lo stipendio da assessore - aggiungeva - Per me significa essere libero di lasciare l'incarico senza problemi».

Insieme a Battiato in quella giunta c'era lo scienziato trapanese Antonio Zichichi. «Siamo due creativi, dateci tempo e vi faremo vedere» aveva dichiarato il maestro. Ma non fu così. Al di là dell'etichetta, a dividere l'estro dall'umana politica è stato soprattutto il tempo. Contato in assenze, fatte notare con tono sempre crescente dall'opposizione fino alla fine di gennaio 2013, quando Battiato per tutta risposta partì per un tour con tappe in mezza Europa, proprio nel bel mezzo della discussione all'Ars del documento di programmazione economico-finanziaria. «Sarò a Palermo ogni lunedì» aveva garantito. Ma intanto il capitolo sui porti turistici rimaneva in bianco, tanto da costare a Battiato un richiamo formale.

L'avventura politica del maestro si concluse poche settimane dopo, a Bruxelles, tra i banchi del parlamento europeo, dove era stato chiamato a intervenire in qualità di assessore regionale al Turismo e dove Battiato si era presentato ancora una volta, ironia della sorte, in giacca e maglioncino a collo alto, questa volta chiaro. «Farebbero qualunque cosa queste troie che si trovano in giro nel parlamento. È inaccettabile, inaccettabile. Dovrebbero aprire un casino e farlo pubblico, lì sarebbero perfette», aveva dichiarato durante il suo intervento tra i sorrisi dei presenti. Parole che fecero gridare allo scandalo e a cui Battiato tentò di dare una spiegazione, comunque poco convincente spostandosi dal chiaro senso letterale.

Parole che in ogni caso valsero al Battiato assessore il licenziamento da parte del presidente della Regione, con un Crocetta che si affrettò subito a fare ammenda, ponendo l'accento sulla violazione del «principio della sacralità delle istituzioni». Una sacralità che, c'è da dire, negli anni sembra non essere sfuggita solo a Battiato, il quale aveva probabilmente un altro concetto di spiritualità, che poco comprendeva la diplomazia politica (e la cravatta).

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×