Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ponte Oreto, la Lega scende in piazza
«Su cinque ponti quattro con problemi»

Secondo Luparello, coordinatrice provinciale dei giovani del partito, il viadotto sul fiume sarebbe «simbolo dell'incapacità dell'amministrazione». Gelarda: «Sulla sicurezza dei cittadini non si fanno sconti»

Redazione

Organizzato dalla coordinatrice provinciale della Lega giovani, Elisabetta Luparello, in collaborazione con il gruppo consiliare di palazzo delle Aquile, si è svolta oggi una manifestazione di protesta della Lega. I manifestanti si sono raccolti davanti al ponte Oreto, di recente oggetto di limitazioni al traffico anche pedonale.

«Siamo stanchi di vivere in una città dove su cinque ponti che attraversano il fiume Oreto, ben quattro hanno problemi di staticità. Dal ponte Oreto, al Corleone, al ponte di mare. Sulla sicurezza dei cittadini non si fanno sconti. Siamo esasperati di essere gestiti da una amministrazione che ancora dopo sei mesi dalla chiusura di viale Regione Siciliana all'altezza di via Principe di Paternò, non ha neanche iniziato i lavori. L'assessore Giusto Catania esca dai palazzi e venga in città a farsi un giro, sono disposto a fargli vedere come è ridotta» dichiara il capogruppo della Lega Igor Gelarda.

«Ci siamo dati appuntamento al ponte Oreto perché ormai è il simbolo dell’incapacità di questa amministrazione - aggiunge Luparello - Da anni si sa che ha problemi strutturali ma nulla è stato fatto. Il risultato è che oggi i marciapiedi sono inibiti ai pedoni, costretti a passare su questo pericolosissimo passaggio pedonale. Mentre non abbiamo notizie dell’inizio dei lavori per la sua messa in sicurezza».

«Senza contare che da oltre un anno la Rap non si occupa più della manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade - continua un altro leghista, il consigliere della terza circoscrizione Giuseppe Quartararo - Insomma nessuno piu sistema in città strade e marciapiedi, che sono ridotti a percorsi di guerra. Pericolosi per pedoni e automobilisti. E con costi altissimi anche per l'amministrazione comunale che paga, ogni anno, milioni di euro per i danni provocati da queste strade». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×