Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

La mente di Filippi è assorbita dalla Virtus Francavilla
«Testa al presente: settimi o ottavi cambia il mondo»

Il tecnico rosanero, che avrà a disposizione solo 17 giocatori, non ragiona in ottica playoff e resta concentrato sul match in programma domani sera in Puglia. L'umore della truppa è alto: «Nello spogliatoio si respira un'aria frizzante e profumata»

Antonio La Rosa

Foto di: TifosiPalermo

Foto di: TifosiPalermo

Con i playoff ormai alle porte cosa si può fare per scindere completamente il presente dall’immediato futuro e concentrarsi solo sulla stretta attualità? Basta seguire – per rispondere a questo interrogativo – il metodo Filippi, le cui parole all’antivigilia della gara esterna contro la Virtus Francavilla in programma domani alle 20,30 e valida per l’ultima giornata della regular season del girone C del campionato di serie C rappresentano la sublimazione del concetto secondo cui bisogna ragionare partita dopo partita e premere un tasto alla volta. «Questa gara non la considero affatto una prova generale in vista dei playoff – ha sottolineato il tecnico rosanero – pensiamo solo a questo match anche perché arrivare settimi, e quindi giocare il primo turno degli spareggi in casa e con due risultati su tre a disposizione, oppure ottavi cambia il mondo. I playoff vengono dopo e il fatto che diversi giocatori non sono disponibili (i convocati sono diciassette, ndr) non significa che li abbiamo voluti risparmiare in funzione della post-season. Non ci sono perché non hanno fatto in tempo a recuperare per questa partita e i tempi per molti di loro dovrebbero coincidere con il 9 maggio, giorno appunto del primo turno dei playoff».

La mente di Filippi è assorbita totalmente dalla Virtus Francavilla: «In campo andrà la migliore formazione possibile. Per noi è una gara determinante contro un avversario abituato ad esprimersi in questa categoria, allenato molto bene e che gioca un buon calcio. E oltretutto ha un'arma a proprio favore, quella di giocare senza vincoli mentali. Sarà una sfida con molte insidie (tra cui la presenza di un terreno di gioco in erba sintetica, ndr) e la squadra, che in settimana si è allenata benissimo, l’ha preparata con la massima attenzione. L’acuto del singolo può essere determinante? La vedo più come una partita da squadra nel senso che servirà più che altro il collettivo per portare a casa la vittoria». Che a seconda del risultato del Foggia potrebbe valere il settimo posto in classifica: «Non faccio pronostici perché i risultati di quest’ultima giornata potrebbero stravolgere la griglia in basso dei playoff. Alla fine delle partite potremo fare calcoli e altri tipi di discorsi. Certamente noi dobbiamo vincere e sperare che il Foggia (impegnato in casa contro il Catania, ndr) non vinca».

Il gruppo, al di là di tutto, è carico e facendo leva sui feedback ricevuti in questi giorni l’allenatore siciliano si prepara ad affrontare i prossimi appuntamenti con fiducia e ottimismo: «Nello spogliatoio e nell’ambiente Palermo si respira un’aria frizzante e profumata. C’è grande voglia di fare bene e l’umore è abbastanza alto. Aspetti, questi, che mi fanno ben sperare. Palermo un po’ sottovalutato in ottica playoff dalle concorrenti? I numeri – spiega Filippi che si è soffermato pure su alcuni singoli come Rauti e Silipo e che ha colto l'occasione per elogiare anche la formazione Primavera da cui lo staff tecnico potrebbe pescare qualche elemento in caso di necessità – magari dicono che siamo spacciati ma noi sappiamo che siamo una squadra rognosa, caparbia e che gioca sempre per vincere. Se non godiamo della massima considerazione pazienza, noi giochiamo ogni partita come se fosse l’ultima e alla fine tireremo le somme».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×