Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Rap, Maurizio Miliziano nuovo amministratore unico
Orlando: «Ha dimostrato negli anni sua competenza»

Sarà l'ex membro del cda appena decaduto a prendere in mano le redini dell'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo. Plauso dei sindacati: «Sin da subito ci dichiariamo pronti a proseguire con la riorganizzazione aziendale»

Gabriele Ruggieri

Maurizio Miliziano è il nuovo amministratore unico della Rap, la partecipata del comune di Palermo di occupa della gestione e della raccolta dei rifiuti. Lo ha deciso il sindaco Leoluca Orlando, dopo la decadenza del presidente della società, Giuseppe Norata, causata dalle contemporanee dimissioni di due componenti del Cda: Alessandra Maniscalco Basile e lo stesso Miliziano. Lo statuto della società prevede la figura dell'amministratore unico in alternativa al sistema collegiale. Miliziano ha un contratto di 38 mila euro l'anno.

«La nomina dell'avvocato Maurizio Miliziano è il giusto riconoscimento per la sua conoscenza dell'azienda, avendo ricoperto per molti anni il ruolo di consigliere d'amministrazione - dice il sindaco Orlando - Ma anche per la sua esperienza come amministratore in aziende esemplari nel settore dei rifiuti. Miliziano è inoltre titolare di numerose qualifiche nel settore gestionale e ambientale. In questi anni ha dimostrato attenzione ai diritti dei cittadini e al rinnovamento impiantistico del settore rifiuti. Le facoltà che gli vengono concesse sono certo che gli consentiranno di rispettare al meglio le aspettative della città, specialmente in riferimento alla gestione della raccolta differenziata, di cui mi sono fatto carico».

La scelta di Miliziano è stata gradita anche dai sindacati dell'azienda, che in una nota esprimono la propria soddisfazione e fanno gli auguri di buon lavoro al nuovo numero uno di Rap. «Considerata la fase delicata che stiamo attraversando - commentano i sindacalisti di Rap, Fp Cgil Spataro Giuseppe, Fit Cisl Vincenzo Traina, Uiltrasporti Francesco Sinopoli, Fiadel Agostino Cospolici, Filas Carmelo Giallombardo - crediamo che sia la persona giusta per affrontare e continuare in condivisione con il sindaco, l'amministrazione comunale e i consiglieri, i percorsi intrapresi e ci auguriamo che finalmente possa risolvere le questioni ancora aperte che gravano sull'azienda di piazzetta Cairoli: equilibrio economico-finanziario, pagamento dei crediti pregressi, pagamento degli extra costi dovuti alla chiusura della discarica di Bellolampo e ricapitalizzazione». 

«Sin da subito ci dichiariamo pronti a proseguire con la riorganizzazione aziendale - concludono - al fine di rendere un servizio più efficiente per la città di Palermo, con la consapevolezza che per rilanciare realmente la società bisogna investire sul personale valorizzandone le risorse, sui mezzi, sulle attrezzature e sulla messa in sicurezza dei luoghi di lavoro affinché i lavoratori della Rap possano rendere le loro attività in condizioni ottimali».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×