Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Bellolampo, va avanti la gara per la settima vasca
M5s: «Un ritardo costato oltre 26 milioni nel 2020»

L'iter burocratico procede in maniera regolare, presto i lavori potranno iniziare, intanto però il costo per i rifiuti portati in altre discariche grava sulle casse comunali e ricadrà sulla Tari. Randazzo: «Inaccettabile che a pagare debbano essere i cittadini»

Gabriele Ruggieri

Foto di: Antonio Melita

Foto di: Antonio Melita

Cinque giorni fa, il sette aprile, alle 9.40 del mattino, si è riunita la commissione giudicatrice per espletare la gara per l'assegnazione dei lavori della settima vasca a Bellolampo. Quattordici le aziende in corsa al momento dell'apertura delle buste, con un primo e un secondo classificato, che adesso però devono giustificare alcune anomalie riscontrate nei punteggi. Piccoli ritardi burocratici che sembrano poca cosa in confronto a quanto atteso dal Comune di Palermo e da Rap, con la sesta vasca già satura da tempo, i rifiuti abbancati sul piazzale della discarica per evitare di lasciarli per strada e i tanti viaggi verso siti di smaltimento fuori provincia.

Un ritardo, quello nella costruzione della vasca numero sette, che costa tanto in termini economici e pesa non soltanto sulle casse comunali, ma anche sulla partecipata che si occupa della gestione dei rifiuti, frenata dalla mancanza strutturale. E non ultimi anche sui cittadini. «26.493.935,46 euro è la differenza di costo del servizio rispetto alle tariffe 2019 applicate per l’anno 2020 legata agli oneri per il trasferimento e conferimento presso le discariche di Catania» denuncia il consigliere del Movimento 5 Stelle Antonino Randazzo, che aggiunge: «Tali aumenti saranno computati nella Tari, quindi pagati dai cittadini palermitani, dal 2021-2023, con le seguenti quote: 8.831.311,82 euro per l’anno 2021; 8.831.311,82 euro per l’anno 2022 e 8.831.311,82 euro per l’anno 2023».

«È inaccettabile che a causa dei ritardi nella realizzazione della settima vasca a Bellolampo da parte della Regione a pagare il conto debbano essere i cittadini - prosegue Randazzo - con il rischio di ulteriori aumenti addiritura anche per il 2021, non solo per i palermitani, ma per tutti i siciliani, considerato che delle opere e gli impianti strategici per la gestione dell’umido e del residuale si è fatto ancora pochissimo. Non è più tollerabile un sistema che colpisce direttamente le tasche dei cittadini quando le inefficienze e le responsabilità di chi amministra, di chi deve pianificare e programmare, sono palesi ed evidenti».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×