Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ventimila euro per un'assunzione alle poste
Finisce in manette per truffa ex dipendente

Il posto di lavoro, ovviamente, non c'era, ma questo non ha impedito a sei persone di cadere nella trappola orchestrata dall'uomo e da due complici, entrambi finiti ai domiciliari. Sequestrati anche falsi contratti e false carte prepagate Paypal

Redazione

Facevano credere di poter assicurare un assunzione alle Poste italiane, in cambio di un corrispettivo di 20 mila euro. Sei le vittime individuate, tutte della provincia di Palermo, che avevano già versato, quale acconto, in misura diversa, 45 mila euro. A portare alla luce quella che è stata un'associazione a delinquere finalizzata alle truffe sono state le sezioni di Pg dei carabinieri, della polizia e della guardia di finanza della Procura di Sciacca. A coordinare l'inchiesta sono stati il procuratore Roberta Buzzolani e il sostituto Michele Marrone. 

Tre le misure cautelari firmate dal gip del tribunale di Sciacca: una in carcere e due ai domiciliari. In cella è finito un ex dipendente delle Poste. Mentre la moglie dell'ex impiegato e una polacca sono state poste ai domiciliari. «L'ex dipendente delle Poste conosceva determinati meccanismi e arricchiva l'ambientamento del raggiro nei confronti delle vittime con un ufficio di rappresentanza che aveva a Palermo, qualificandosi dirigente sindacale. Stamattina sono stati anche sequestrati dei falsi contratti di assunzione alle Poste che erano tenuti all'interno di cartelline con una denominazione sindacale. Quindi tutto era stato creato per far cadere nella trappola persone che avevano problemi economici determinati dalla mancanza di lavoro. E alcune di queste, pur di pagare l'acconto richiesto, si sono perfino indebitate», ha spiegato il tenente colonnello Roberto Vergato che comanda la compagnia dei carabinieri di Sciacca.

Le sei vittime avevano versato tranche di duemila, cinquemila euro, quale acconto. «Sono state sequestrate anche delle carte PostaPay - ha aggiunto Vergato - I soldi venivano trasferiti all'estero. Le donne fungevano da impiegate amministrative all'interno di questo pseudo ufficio di rappresentanza a Palermo". Le indagini sono durate dallo scorso ottobre a questo mese. «Gli episodi focalizzati - ha aggiunto il comandante della compagnia dell'Arma di Sciacca - sono fra ottobre e dicembre 2020. Quindi hanno truffato sei persone, per 45 mila euro, in tre mesi. Questo significa che l'organizzazione era molto capace». L'adescamento delle vittime, dai 40 ai 60 anni, avveniva nei modi più disparati, ma era forte - vista la fame di lavoro - il passaparola».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×