Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Commissione Trasparenza, Mattaliano (per ora) rimane
«Il presidente si è preso un mese per valutare cosa fare»

Nella prima riunione dopo le dimissioni del presidente dell'organo interno al consiglio comunale i componenti hanno rinnovato in blocco la fiducia all'avvocato, che ci ripensa a metà: vuole infatti essere sicuro che il suo appello non cada nel vuoto

Gabriele Ruggieri

Foto di: Antonella Lombardi

Foto di: Antonella Lombardi

«Abbiamo tutti rinnovato piena fiducia al presidente Mattaliano, alcuni hanno anche fatto autocritica perché non tutti sono stati sempre presenti, tra impegni lavorativi e orari che si sono accavallati con altre commissioni».  A parlare è Viviana Lo Monaco, capogruppo del Movimento 5 Stelle in sala delle Lapidi e membro della commissione Trasparenza del Comune. Una commissione che meno di una settimana fa è stata scossa dalle dimissioni del proprio presidente, Cesare Mattaliano, che ha detto addio lamentando la scarsa considerazione di un organo importante che tuttavia, dalla sua costituzione, non è stato degnato neanche della nomina di un segretario.

«Abbiamo votato e respinto le dimissioni del presidente, che ha accettato ma con riserva. Si dà un mese di tempo». Un mese in cui spera che le cose cambino per la commissione consiliare che dovrebbe vigilare sull'operato degli uffici. Intanto il primo passo è stato l'arrivo in prestito di un dipendente che al momento svolge le funzioni di segreteria. «Il consigliere Arcoleo, che aveva quattro impiegati nella sua segreteria, ne ha gentilmente concesso uno - continua Lo Monaco - ma non può essere una cosa definitiva: un segretario non deve soltanto redigere un verbale e convocare le sedute e il presidente non si può sobbarcare tutti gli oneri».

Fino al momento delle sue dimissioni, infatti, era proprio il presidente a sobbarcarsi le funzioni che spettavano al segretario. «Penso che anche noi componenti dovremmo darci un mese di tempo - conclude la consigliera pentastellata - Un mese entro cui cercare di ottenere gli strumenti necessari per lavorare, visto che questa commissione è stata fortemente voluta da tutto il consiglio comunale. Dobbiamo avere una sede, anche se al momento lavoriamo da remoto e almeno uno o due collaboratori». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×