Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Open Arms, il processo a Salvini per sequestro di persona
Diciotto richieste di parte civile. «Speriamo in giustizia»

L'ex ministro degli Interni è arrivato puntuale all'aula bunker dell'Ucciardone di Palermo che è blindata e presidiata dalle forze di polizia. È presente un presidio di attivisti - tra cui Forum Antirazzista e Potere al popolo - per una contestazione pacifica

Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

È arrivato in perfetto orario il leader della Lega Matteo Salvini. Atteso di fronte ai giudici di Palermo per l'udienza preliminare del processo Open Arms, in cui è indagato per sequestro aggravato di persona e rifiuto d'atti d'ufficio. L'auto dell'ex ministro dell'Interno, che già ieri - indossando la mascherina con stampata l'immagine di Paolo Borsellino - si era detto «orgoglioso» per non avere fatto attraccare la nave della Ong spagnola con a bordo 107 migranti a Lampedusa nell'estate del 2019, è entrata dall'ingresso principale di un'aula bunker del carcere Ucciardone blindata e presidiata da un grande dispiego di forze di polizia. 

Diverse centinaia di metri più in là, invece, andava in scena la contestazione pacifica, depotenziata dalla distanza e dai tantissimi controlli. Più che altro un presidio con una ventina di attivisti, tra cui il Forum Antirazzista e Potere al popolo. «Siamo qui per ribadire che questo non è un processo a una persona, ma un processo all'odio - dice Alessandro, del Forum Antirazzista - Ci auguriamo che si vada a fondo e che la verità su questa terribile vicenda venga finalmente a galla».

Intanto, sul fronte giudiziario, l'udienza va avanti. Al vaglio dei giudici, al momento, ci sono le diciotto richieste di costituzione di parte civile: oltre a sette migranti (di cui uno minorenne) ci sono: Asgi (Associazione studi giuridici immigrazione), Arci, Ciss, Legambiente, Giuristi Democratici, Cittadinanza Attiva, Open Arms, Mediterranea, AccoglieRete, Oscar Camps (fondatore della ong), Ana Isabel Montes Mier (capo missione Open Arms). La procura si è associata alle richieste di costituzione delle persone offese e si è rimessa alle decisioni del gup. Stessa scelta anche per la difesa di Salvini. Il giudice Lorenzo Jannelli ha disposto una breve sospensione al termine della quale dovrebbe comunicare le parti civili ammesse.

Presenti anche gli attivisti e i legali di Open Arms, insieme a parte dei vertici dell'organizzazione non governativa iberica. «Centocinquantuno persone, 21 giorni di attesa, 40 persone evacuate per fragilità fisiche e psichiche - scrive su Twitter Open Arms - Un rapporto dettagliato di Emergency sulle condizioni psicologiche a bordo. Qualcuno deve rispondere di tutto questo, ci auguriamo che sia fatta giustizia». 

Intanto, durante una pausa dell'udienza, Salvini è uscito dall'aula con in mano la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura. «Stiamo parlando di una nave spagnola, che poteva trasportate un massimo di 19 persone e, invece - ha sottolineato il leader del Carroccio - ne aveva oltre cento. Che ha rifiutato di attraccare a Malta, due porti spagnoli e la possibilità che una nave militare spagnola recuperasse i migranti. Di queste persone salvate - ha aggiunto - quattro sono in carcere e 44 sono scomparse, in giro per il mondo. E il responsabile è solo il ministro dell'Interno?». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×