Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Le estorsioni e la colpa dei commercianti «sbirri»
La nostalgia del clan: «Non è più come una volta»

Le discussioni intercettate tra gli uomini della famiglia di Borgo Vecchio, finiti in manette stamattina nell'operazione Resilienza, disegnano uno spaccato in cui la mafia ha sempre più difficoltà a ottenere omertà e obbedienza, anche nelle sue roccaforti storiche

Gabriele Ruggieri

«In questa carnezzeria ci puoi andare, qua ci puoi andare, qua ci puoi andare, questo pagava, questo è sbirro, quello pagava, questo è sbirro, non ci andare». Dura la vita dei clan, con il racket delle estorsioni che diventa un'attività sempre meno redditizia e sempre più pericolosa. E non fa eccezione in questo periodo di crisi la famiglia di Borgo Vecchio, per cui il pizzo è stata attività centrale dell'economia dell'organizzazione.

È con i contributi di negozianti ed esercenti che si sostengono le famiglie dei carcerati e con gli stessi soldi si organizzano le feste di quartiere, si invitano i cantanti importanti, i neomelodici più in voga. Ma Borgo Vecchio non è più terreno facile. Non lo era già tre anni fa, quando furono proprio i proprietari dei negozi, vessati dal clan, a fornire gli elementi chiave per stringere le manette intorno ai polsi agli uomini di quella che ormai è la vecchia gestione della famiglia mafiosa. 

E proprio tre anni fa, mentre Elio Ganci, boss del rione gradito ai Tantillo, varcava le mura del carcere, a ritrovare la libertà era Angelo Monti, che non ci ha messo molto a prenderne il posto. Uomini diversi, stessa storia, con la morsa del pizzo che continuava a stringere le attività del quartiere. Ma se nel 2017 i commercianti avevano denunciato sotto la spinta dei carabinieri, che avevano ritrovato il libro mastro con nomi, indirizzi e cifre dovute o saldate, questa volta la decisione è arrivata in maniera spontanea. 

«Io ho quei 4-5 e me li tengo cari - si lamenta un uomo del clan, intercettato mentre parla con i suoi sodali - però appena viene a mancare uno, attummuliu pure io». Criticata anche la gestione della famiglia, che imponeva a chi era deputato alla riscossione del pizzo di mettere tutti i soldi in una sorta di cassa comune, 'u vacilieddu. E di tenere per sé solo uno stipendio che agli occhi dell'uomo intercettato sembra quanto mai esiguo. «Io campo con mille euro al mese - dice - e rischio 15 anni, 20 anni di galera». 

«Non è più come una volta - si lamentano ancora i sodali - i cristiani su' tutti sbirri», un richiamo nostalgico che fa il paio con la conclusione del discorso tra gli uomini di Monti: «Minchia, qua dovremmo prendere tutte cose nelle mani... vero è?».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×