Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Museo rosanero, manca solo un mese al battesimo
Viaggio nel mondo Palermo tra passato e presente

A trenta giorni dall'inaugurazione in concomitanza con il 120esimo anniversario della fondazione del club, il coordinatore scientifico Giovanni Tarantino ha fornito delle anticipazioni sui contenuti del progetto ormai in via di definizione. Presentati anche il logo specifico e il podcast rosanero

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Tra un mese, in concomitanza con il 120esimo anniversario della fondazione del club, all’interno dello stadio verrà inaugurato il museo del Palermo e, a trenta giorni dal taglio del nastro, al Barbera è stata presentata una specie di anteprima. Il coordinatore scientifico Giovanni Tarantino ha fornito delle anticipazioni illustrando alcuni dei contenuti che celebreranno la nascita di questa iniziativa. Ideata e strutturata per valorizzare l’identità e il senso di appartenenza, pilastri del progetto portato avanti dal sodalizio targato Hera Hora, e per consolidare il ponte esistente tra la città e la realtà rosanero. «Siamo ormai a ridosso dell’inaugurazione al culmine di un percorso durato circa un anno e devo dire che, dopo la chiamata a raccolta del popolo rosanero attraverso il sito e la fase di ricerca, questa iniziativa sta già riscontrando un grande successo – ha sottolineato Tarantino chiamato in questi mesi a selezionare il materiale proveniente direttamente da tifosi, addetti ai lavori ed appassionati – l’idea del museo poggia su due capisaldi: il percorso tematico e quindi l’esposizione del materiale, tra cui cimeli e documenti inediti, e la modalità di raccolta, ovvero il come abbiamo deciso di raccogliere e ordinare tutto il materiale seguendo le tappe e l’itinerario di un club i cui colori rosa e nero richiamano l’alternanza dei momenti di gioia e di quelli bui. Stiamo completando la fase di allestimento e il museo è ormai in via di definizione».

Protagonista sarà il tifoso che, avendo partecipato attraverso l’invio del materiale, assume un ruolo di rilievo nell’ambito di un progetto che, come dimostra la presenza di memorabilia provenienti pure dall’Inghilterra, ha avuto anche una eco internazionale. «E la centralità dell’utente è sancita anche dalla dimensione partecipativa del museo all’interno del quale ci saranno spazi per l’interattività e l’intrattenimento. Non si tratta di una semplice esposizione. E’ un museo a tutti gli effetti, un progetto che è impostato su basi normative e che abbiamo realizzato sapendo ciò di cui ci stavamo occupando. Il tratto distintivo di questa iniziativa, che si ispira ad alcuni modelli come il museo del Torino o altri esempi presenti in Scozia – ha aggiunto Tarantino - è la fusione tra passato e attualità, il recupero di un percorso da coniugare con il presente adattandolo ai linguaggi della contemporaneità».

Ne è una conferma il podcast rosanero, contenuto audio che può essere richiamato sul web in qualsiasi momento. La new-entry, secondo caso dopo l’Inter in relazione ad una squadra di calcio, è stata presentata assieme ad altre novità come il logo del museo che sarà chiamato Palermo Museum. L’immagine è quella dello stadio Barbera stilizzato con le tre ali al centro. Appuntamento, dunque, tra un mese. L’1 novembre vedrà la luce il museo rosanero, luogo in cui sono previste anche postazioni altamente tecnologiche selezionate grazie al contributo di Palermo Innovation Lab (sportello di ascolto che ha una sinergia con il territorio), e si materializzeranno una serie di iniziative tra cui la nascita di un francobollo (per il quale c’è già l’ok del Ministero dello Sviluppo Economico) dedicato ai 120 anni del Palermo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×