Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Dopo la gavetta Valente è pronto per il grande salto
«Palermo un'occasione a cui non potevo rinunciare»

Dopo cinque partecipazioni consecutive ai playoff, l'esterno offensivo arrivato il 13 agosto dopo essersi svincolato dalla Carrarese considera la piazza palermitana la chance giusta per la definitiva consacrazione. In ritiro, intanto, la squadra sente il calore dei tifosi

Antonio La Rosa

Foto di: TifosiPalermo

Foto di: TifosiPalermo

Dopo avere girato tra serie D e C, categoria che negli ultimi cinque anni ha frequentato con quattro maglie diverse, la trottola è pronta ad aumentare la propria intensità. La trottola è il nome con cui a Carrara veniva chiamato in alcune circostanze Nicola Valente, esterno offensivo classe ’91 arrivato lo scorso 13 agosto e intenzionato a raggiungere a Palermo la definitiva consacrazione al culmine di un percorso professionale scandito finora da sudore e tanti sacrifici: «La mia è una storia un po’ particolare, simile a quella di altri giocatori – ha sottolineato dal ritiro di Petralia Sottana l’esterno d’attacco svincolatosi dalla Carrarese con cui nella scorsa stagione ha fatto registrare uno score di 8 gol e 5 assist in 29 presenze in gare ufficiali – a 17 anni ero in C nella terza squadra di Verona, la Sambonifacese, poi sono andato in prestito in D e, dopo molta sofferenza e diverse possibilità che mi sono state negate, a 23 anni ho deciso di investire su me stesso comprando il cartellino per andare a giocare tra i professionisti. Ho pagato, di fatto, per giocare e adesso eccomi qui a Palermo, club a cui non potevo rinunciare. Arrivo in una piazza che non ha nulla a che fare con la C, con una mentalità ancora da serie A e che ritengo sia quella giusta per farmi compiere il grande salto. Dopo cinque partecipazioni di fila ai playoff mi piacerebbe fare qualcosa in più».

Importante, in questo contesto, sarà anche il supporto del tecnico Boscaglia: «Ho firmato in concomitanza con lui quando sono arrivato in città. Lo conosco di fama anche perché ho affrontato diverse volte le sue squadre, fastidiose e spesso le più forti del campionato, e sono molto contento di essere allenato da lui. Un tecnico sicuro, con le idee chiare e bravo a trasmettere i suoi concetti. Abbiamo trascorso insieme solo una settimana e sono sicuro che nei prossimi giorni impareremo a conoscerci meglio». Palermo è il posto giusto per te. Questo, in sintesi, il messaggio per Valente firmato Gianluca Berti, ex portiere rosanero con il quale il neo-acquisto ha condiviso l’esperienza alla Carrarese: «Con lui ho un rapporto particolare, mi ha chiamato e mi ha detto che era felice per me così come il tecnico Baldini (allenatore della Carrarese e altro ex rosanero, ndr). La società ha manifestato interesse nei miei confronti verso la fine del lockdown ma io ero concentrato sui playoff da giocare a Carrara. Appena è terminato tutto, nel giro di una-due settimane ci siamo messi d’accordo. Il tempo di fare i biglietti dell’aereo e sono arrivato subito in città per firmare. Sono onorato di essere qui».

Valente, esterno d’attacco in grado di ricoprire più ruoli, darà nuova linfa al fronte offensivo rosanero: «Io, comunque, mi so adattare anche in fase difensiva e riesco a fare il lavoro sporco. Nasco come esterno di sinistra anche se quest’anno ho giocato a volte anche a destra. Il mio compito, in ogni caso, è quello di ascoltare le indicazioni del mister al punto che, se volesse, non avrei problemi a fare pure il difensore o la prima punta».

Al ritmo di due sedute giornaliere, intanto, prosegue a Petralia la preparazione precampionato. Tra i rosa, che nel pomeriggio hanno ricevuto a distanza l’applauso degli ultras della Curva Nord Inferiore arrivati nel comune madonita anche per esporre ai bordi del campo lo striscione Abbiamo un sogno nel cuore, Palermo sei l’unico amore, sono 'sotto osservazione' il portiere Pelagotti (che martedì potrebbe riprendere confidenza con il terreno di gioco in seguito all’infortunio muscolare al soleo sinistro) e il terzino destro Doda, alle prese con un affaticamento rimediato giovedì pomeriggio durante le ripetute effettuate in pineta. Già rientrati in gruppo, invece, l’attaccante Lucca, che l’altro ieri si è fermato a scopo precauzionale per un lieve fastidio ad un piede, e il jolly offensivo Santana rimasto sabato a riposo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×