Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Partinico, ecco i tre commissari: resteranno per 18 mesi
«Contatti con criminalità hanno caratterizzato vita politica»

Parole dure quelle spese dal prefetto nella sua relazione al ministero dell'Interno. Saltano le elezioni di ottobre, il Comune sarà guidato dall'ex questore di Palermo Guido Longo, affiancato da Maria Baratta e dalla funzionaria economico finanziaria Isabella Giusto

Gabriele Ruggieri

Il ministero dell'Interno ha nominato i tre commissari prefettizi che si insedieranno al Comune di Partinico che, qualche giorno fa, è sciolto per infiltrazioni mafiose. Si tratta del prefetto in pensione Guido Nicolò Longo, già questore di Palermo, oltre che di Caserta e Reggio Calabria ed ex dirigente di squadra mobile, Dia e Servizio centrale; della viceprefetta aggiunta Maria Baratta e della funzionaria economico finanziaria Isabella Giusto

Una decisione, quella di sciogliere il consiglio comunale di Partinico, accelerata dall'approssimarsi delle elezioni comunali, che erano previste per il prossimo ottobre. Nella richiesta al ministro si fa, infatti, espresso riferimento al fatto che la decisione sarebbe dovuta arrivare almeno trenta giorni prima della data prevista per il voto, in modo da non «instillare false speranze nei candidati». 

Adesso, i tre commissari avranno il compito di guidare il Comune per almeno 18 mesi. Salta dunque l'appuntamento con le urne. Alla base dello scioglimento, i continui rapporti emersi tra membri del Consiglio comunale e personaggi coinvolti in due delle ultime grosse operazioni di polizia andate in scena nel grosso Comune del Palermitano: Kelevra e Game Over, otre che nei blitz The End, Terra bruciata e Nuovo mandamento

In particolare, durante le indagini di Game Over, «sono emersi pregiudizievoli collegamenti tra esponenti della compagine di governo dell'ente ed elementi della criminalità organizzata locale - si legge nella relazione - Fonti tecniche di prova hanno disvelato sia l'interesse di un pregiudicato, già condannato in via definitiva per associazione di tipo mafioso, a ottenere la nomina di un consigliere alla carica di presidente del consiglio comunale».

Trovata anche una sospetta «convergenza di interessi tra soggetti affiliati al citato mandamento mafioso e un ulteriore consigliere comunale, nonché i "rapporti amicali" tra un esponente di vertice del mandamento e quest'ultimo». Vicende che secondo il prefetto «hanno caratterizzato la vita politica dell'amministrazione eletta nel 2018, con un sindaco non sostenuto dalla sua stessa maggioranza consiliare in relazione all'adozione di provvedimenti essenziali per il ripristino della legalità e per il risanamento finanziario del Comune». Un sindaco, Maurizio De Luca, che prima ha provato a restare in sella con un rimpasto che ha stravolto la giunta, ma è stato costretto a rassegnare le proprie dimissioni poche settimane dopo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews