Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Le condizioni di Tony Di Piazza per il centro sportivo
«Partecipo solo se l'investimento rientra nel capitale»

La risposta dell'ex vicepresidente contrasta con l'idea dei soci di maggioranza che hanno sempre considerato extra-budget il progetto relativo alla realizzazione della struttura. Tre le opzioni che riguardano la location: Torretta, Piana degli Albanesi e Monreale

Antonio La Rosa

Foto di: Calcio Rosanero

Foto di: Calcio Rosanero

Dario Mirri aspettava una risposta e questa è arrivata. Il fatto che Tony Di Piazza abbia detto sì in merito alla sua intenzione di partecipare al progetto relativo al centro sportivo è effettivamente una sorpresa ma il feedback va comunque pesato e interpretato. Si tratta, infatti, di un sì con dei paletti, ulteriore spia delle particolari dinamiche alla base del rapporto tra due soci (uno di maggioranza e uno di minoranza) che non riescono a trovare un punto di incontro e a viaggiare sulla stessa lunghezza d’onda. 

L’ormai ex vicepresidente ha dato il benestare al proprio coinvolgimento nel centro sportivo solo se l’investimento rientra nel capitale (15 milioni) sottoscritto in occasione dell’atto costitutivo di Hera Hora, società che controlla il Palermo. In altri termini Di Piazza (ecco la divergenza con i soci di maggioranza) non ha alcuna intenzione di immettere nuovi capitali attraverso una nuova società, controllata da Hera Hora, che andrebbe creata ad hoc per finanziare la realizzazione della struttura. Un investimento extra-budget - in base al piano d’azione del duo Mirri-Sagramola - rispetto a un capitale sottoscritto esclusivamente per l’attività sportiva e organizzativa del club. La certezza, nel frattempo, è che il centro sportivo (una delle priorità del progetto impostato dal nuovo Palermo) si farà. Da capire dove: Torretta, la cui pole-position è stata insidiata in questi giorni da Piana degli Albanesi, resta in vantaggio soprattutto per motivi logistici legati alla distanza dalla città ma, come si evince dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente Mirri, non è da scartare neppure l’opzione Monreale. Idea, quest'ultima, che era già emersa qualche mese fa nel momento in cui la dirigenza ha preso atto che costruire il centro sportivo in città è praticamente impossibile.

Tra le priorità del sodalizio rosanero c’è ovviamente anche la questione relativa alla concessione dello stadio Barbera, tematica delicata che ha spinto l’associazione AmiciRosanero, soggetto ufficialmente riconosciuto dal club in rappresentanza dell’azionariato popolare e presente nella consulta di indirizzo prevista dallo statuto della società, a chiedere, tramite il rappresentante del Comune nella Consulta Leonardo Guarnotta, un incontro urgente con il sindaco Orlando. I margini per una conclusone positiva della vicenda non mancano ma per la fumata bianca bisogna aspettare in ogni caso la valutazione e l’approvazione da parte del Consiglio comunale di un testo (la bozza di convenzione) che, rispetto a qualche giorno fa, adesso sembra comunque in via di definizione. Emigrare altrove (l’ad Sagramola ha già allacciato dei contatti con l’amministrazione comunale di Marsala ricevendo piena disponibilità) sarebbe estremamente penalizzante per i tifosi. A partire dagli abbonati, categoria alla quale nel frattempo si è rivolta la società comunicando sul sito le modalità attraverso le quali richiedere il rimborso per le tre partite interne di campionato non disputate a causa dell’emergenza Coronavirus.

Fino al 25 luglio - specifica la nota - chi vorrà essere rimborsato potrà farlo attraverso il sito Vivaticket. Se invece l’abbonato (inclusi gli sponsor) ha deciso di non richiedere il rimborso, sono due le opzioni: non fare nulla aderendo in questo modo alla campagna #iononmitiroindietro o sfruttare l’offerta della società per cui la quota totale del rimborso non richiesto diventa, raddoppiata, uno sconto sul rinnovo della tessera stagionale se l’abbonato porterà con sé (nel suo stesso settore o in uno superiore) un amico o un parente che non si era abbonato lo scorso anno. 

E sempre a proposito di attualità rosanero, la Procura federale ha deferito al tribunale disciplinare 14 dirigenti del vecchio Palermo (da Zamparini a De Angeli, oltre a Richardson e alle figure legate ad Arkus Network come ad esempio Albanese, Walter Tuttolomondo e Macaione) «per avere violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, per avere determinato con il proprio comportamento una gestione anti-economica della società fino a comportarne il dissesto e per non avere posto in essere utili interventi di ricapitalizzazione idonei al risanamento della società determinando in tal modo il suo fallimento con conseguente revoca dell’affiliazione dalla Figc».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews