Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Tecnico rosanero, non c'è il nome ma l'identikit
Sagramola: «Vogliamo uno che prediliga lo spettacolo»

L'amministratore delegato rosanero, presente in sala stampa al Barbera, ha delineato le caratteristiche del successore di Pergolizzi sulla panchina del Palermo nel prossimo campionato di C. La società intende tenere i giovani già presenti in organico cercando una soluzione diversa dal prestito

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Chi sarà il nuovo allenatore del Palermo? Difficile, allo stato attuale, individuare il nome, subordinato peraltro ad una ricerca che deve ancora entrare nel vivo. Più semplice, invece, rintracciare un identikit, le caratteristiche del profilo funzionale alle esigenze e alle richieste dei dirigenti rosanero. Un input, in tal senso, lo ha dato in sala stampa al Barbera l’amministratore delegato Rinaldo Sagramola: «Stiamo valutando con Renzo (Castagnini, ds rosanero, ndr) profili che abbiano una certa esperienza in un campionato difficile come quello di serie C e che prediligano lo spettacolo, un fattore che a nostro avviso non deve mancare in uno stadio importante come il Barbera e compatibile con le prospettive di una società come la nostra che fa leva anche su una certa immagine. Non c’è ancora un’ufficialità? Il fatto che non lo abbiamo ancora annunciato non significa che non ci sia stato già un lavoro esplorativo e di condivisione in merito a determinate caratteristiche dei giocatori».

Sagramola ha le idee molto chiare sul modus operandi del club in questa fase particolare: «L’impegno è di costruire una squadra competitiva e in grado di recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato. In questo momento stiamo cercando di sistemare soprattutto le questioni che riguardano i nostri giovani e poi ci metteremo alla finestra consapevoli del fatto che certi giocatori o allenatori che potrebbero interessarci saranno impegnati sul campo fino ad agosto. Sappiamo di avere molto tempo a nostra disposizione e cercheremo di sfruttare questo vantaggio. Ad agosto inizierà la preparazione e il 22 sarà il termine ultimo per l’iscrizione al campionato».

Due degli anelli di congiunzione tra la stagione ormai andata in archivio e la prossima saranno il difensore palermitano Accardi e il centrocampista Martin: «Con entrambi – rivela il dirigente rosanero – c’era in caso di promozione l’accordo verbale per il prosieguo del rapporto. Per quanto concerne i giovani, cercheremo di prenderli a condizioni diverse da quelle dello scorso anno, evitando dunque i prestiti e facendo in modo che diventino un nostro patrimonio. Abbiamo, a tal proposito, già allacciato dei contatti con le altre società e abbiamo ricevuto una disponibilità e un’apertura al dialogo. Felici? Ho sentito il Lecce e mi hanno detto che prima di approfondire il discorso sul suo futuro vogliono aspettare la fine del campionato e capire cosa succederà. Il Lecce ci ha detto che in caso di cessione il Palermo ha la precedenza ma, in ogni caso, sarà molto importante la volontà del ragazzo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews