Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, si respira aria di promozione
Ufficiale lo stop del campionato di serie D

Il salto di categoria, che verrà ratificato venerdì dal consiglio direttivo della LND, è un traguardo che i rosanero hanno meritato sul campo. Felici al sito ufficiale: «Abbiamo dominato, è stata una stagione esaltante» 

Antonio La Rosa

Foto di: Il Leccese

Foto di: Il Leccese

Profumo di promozione in casa rosanero. La decisione del Consiglio Federale che ha sancito la sospensione definitiva della lega dilettanti fa rima nel vocabolario del Palermo con salto di categoria. Che, salvo clamorosi colpi di scena, verrà ufficializzato venerdì nel momento in cui il Consiglio direttivo della LND ratificherà la promozione delle prime classificate dei nove gironi di serie D. Il Palermo, dunque, può uscire lo champagne dal frigo e prepararsi a festeggiare un traguardo che, numeri alla mano, la compagine guidata da Pergolizzi ha meritato sul campo. «Abbiamo dominato questo campionato fin dalla prima giornata a Marsala – ha dichiarato l’attaccante Mattia Felici al sito ufficiale – è stata davvero una stagione esaltante». E anche gratificante a titolo personale: «Sono molto orgoglioso di indossare la maglia rosanero, un onore che in passato hanno avuto tanti campioni. In molti mi paragonano a Ilicic, è superfluo ammettere la mia gratitudine per questo paragone ma so benissimo che devo crescere tantissimo per meritarmi un simile complimento, lo stesso Josip ha impiegato alcuni anni per diventare il fenomeno di oggi».


Anche l’esterno offensivo classe 2001 sottolinea il fatto che uno dei segreti della squadra rosanero sia stata la compattezza dello spogliatoio: «Settimana dopo settimana per noi under sono stati preziosi i consigli dello staff tecnico e di tutti gli over ma una menzione particolare la merita il nostro capitano Santana. Dopo avere giocato con i calciatori più forti del mondo oggi ha ancora la voglia, l’umiltà e la grinta di un nostro coetaneo. Con la sua incredibile esperienza e personalità è riuscito ad essere fondamentale anche dopo l’infortunio. Siamo un gruppo molto unito e lo abbiamo dimostrato pure durante l’isolamento. Eravamo sempre in contatto tra di noi grazie ai social network. Adesso possiamo vederci allo stadio, seppur a debita distanza, in occasione delle sedute individuali facoltative. Desideri? Non vedo l’ora di potere riabbracciare la mia famiglia e la mia fidanzata Sara quando la stagione sarà conclusa, loro sono i miei primi tifosi, le persone più importanti della mia vita. Questa emergenza mondiale sicuramente ha influito sulle nostre esistenze, non è facile combattere un nemico invisibile così letale, sarà necessario mantenere una condotta responsabile anche quando la situazione sarà tornata alla normalità. Sabato scorso – ha aggiunto – ho seguito con curiosità la Bundesliga, mi ha colpito il modo di esultare perché non potere abbracciare i propri compagni dopo un gol è davvero strano per chi come me è abituato ad esultare pure in un’amichevole. Purtroppo, oggi, questo è necessario. La salute deve essere tutelata».


Nonostante il suo rammarico per non essere arrivato in doppia cifra, con 4 gol, 3 assist e 5 rigori procurati Felici è stato uno dei protagonisti della brillante stagione rosanero: «Sono consapevole di non avere ancora raggiunto il top, sia fisicamente che tecnicamente – ha spiegato il numero 75 rosanero arrivato ad agosto in prestito dal Lecce – e soltanto con il duro lavoro potrò togliermi altre soddisfazioni giocando a calcio. A Palermo mi trovo benissimo e mi piacerebbe proseguire questa esperienza, tuttavia c’è ancora tempo per pensare alla prossima stagione. Il mio futuro è in mano a due grandissimi club come quello rosanero e il Lecce e per questo sono assolutamente sereno».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews