Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, è già tempo di tracciare bilanci
Kraja: «Esperienza esaltante in rosanero»

Nonostante la flessione accusata nella seconda parte del campionato, il centrocampista italo-albanese in prestito dall'Atalanta è soddisfatto della sua stagione. Che, sulla carta, non è ancora finita: «Il sogno è di conquistare la promozione sul campo»

Antonio La Rosa

Con il pallone fermo e lo stop delle attività calcistiche è più facile tracciare dei bilanci. Un voto alla stagione di Erdis Kraja? Sopra la sufficienza, una sorta di media tra un ottimo avvio e l’involuzione registrata nella seconda parte del campionato. «Come qualsiasi calciatore anche io quest’anno ho vissuto alti e bassi – ha ammesso al sito ufficiale il centrocampista rosanero classe 2000 con uno score di 21 presenze, di cui 18 da titolare, impreziosite da tre gol e due assist - ma nel complesso sono soddisfatto per la mia stagione. Ovviamente si può e si deve sempre migliorare sotto ogni punto di vista ed è fondamentale trarre insegnamento soprattutto dalle difficoltà. Sia dentro che fuori dal campo ho vissuto un’esperienza esaltante in una piazza e in una società da serie A, spero che la mia avventura in rosanero possa continuare (è arrivato in estate in prestito dall’Atalanta, ndr) però è ancora presto per pensare alla prossima stagione. Dobbiamo prima terminare quella in corso e conquistare la promozione».


Il verdetto, salvo clamorose novità, verrà sancito d’ufficio alla luce delle oggettive difficoltà relative ad una ripartenza della serie D. I rosanero, nel frattempo, continuano allo stadio a sostenere sedute facoltative individuali: «Tornare al Barbera è stato fantastico – sottolinea Kraja – per un calciatore potere correre in uno stadio è tutto. Il campo è in condizioni ottimali, ovviamente vedere gli spalti vuoti fa uno strano effetto e c’è rammarico, speriamo sia solo una necessità temporanea e che presto gli stadi possano tornare ad essere aperti al pubblico perché il calcio senza i tifosi è molto triste. In attesa di potere svolgere allenamenti collettivi alterniamo lavoro aerobico con sedute di forza. Prima dello stop del campionato stavamo attraversando un buon periodo di forma e anche gli ultimi risultati lo dimostrano. Il sogno è quello di potere concludere sul campo il torneo, sono certo che raggiungeremmo l’obiettivo in anticipo rispetto all’ottava gara da disputare. Abbiamo dimostrato i nostri meriti fin dalla vittoria a Marsala, ma la salute e la sicurezza hanno la priorità quindi è logico che le istituzioni prendano tempo per decidere. Non si possono correre altri rischi: se ancora qualcuno non lo avesse capito non è una semplice influenza e lo dimostrano le oltre 30 mila vittime soltanto in Italia».

Il virus ha ucciso e sta uccidendo ancora tante persone e, nello stesso tempo, ha stravolto la quotidianità della gente: «È successo tutto così in fretta, in pochi giorni le nostre vite sono radicalmente cambiate. È questo, forse, l’aspetto che più mi ha turbato di questa emergenza. La mia famiglia abita in una delle zone più colpite d’Italia ma per fortuna tutti i miei affetti stanno bene, è naturale che questa distanza mi abbia fatto stare in apprensione ma non ho mai smesso di far sentire il mio sostegno a casa anche da lontano. Durante la quarantena – spiega il numero 73 rosanero – ho trascorso il tempo ad allenarmi e a videochiamare i miei familiari, la mia ragazza e i miei tanti amici. A tal proposito, voglio dedicare con il cuore un pensiero al mio ex compagno Andrea Rinaldi (morto all’età di 19 anni a causa di un aneurisma cerebrale che lo ha colpito mentre svolgeva un allenamento individuale presso la sua abitazione, ndr), sono sconvolto per la sua scomparsa. A volte la vita è durissima, spero che adesso sia in un posto migliore e lo ricorderò per sempre con grande affetto. Sono stati giorni difficili che hanno alimentato il desiderio di fare e ricevere del bene – ribadisce l’italo-albanese a proposito dell’emergenza Coronavirus – per questo motivo anche io voglio complimentarmi con il premier albanese Edi Rama per il sostegno al nostro Paese. Io sono nato in Italia ma il legame con l’Albania è molto forte».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews