Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Coronavirus, altro caso positivo in un call center
«Ritardo delle aziende mette a rischio delle vite»

Colpito, insieme alla moglie, un dipendente della Comdata di via Ugo La Malfa, che comunque non si recava al lavoro dall'11 marzo per malattia. Campo (Cgil): «Indispensabile che tutti adottino lo smart working»

Redazione

Allarme ancora nel settore dei call center. Questa volta il caso di positività al Covid-19 è stato riscontrato al Comdata di via Ugo la Malfa. È un dipendente che si trovava in malattia dall'11 marzo scorso, malattia che si è scoperta stamattina essere infezione da coronavirus. Positiva anche la moglie dell'uomo. Solo dopo questo caso l'azienda ha deciso di comunicare ai suoi dipendenti di rimanere a casa. In Comdata lavorano 150 persone con contratto a tempo indeterminato, di cui 72 di WindTre in distacco, più diversi interinali. 

I dipendenti, rimasti a casa, attendono di conoscere informazioni ufficiali sui controlli che saranno predisposti per la tutela di tutti i lavoratori e sulle misure che saranno predisposte per il proseguimento dell'attività. Forte preoccupazione serpeggia tra i lavoratori, da oggi a casa. «Il decreto parla in prima battuta di lavoro agile e l'azienda avrebbe potuto già adottarlo, probabilmente ci stiamo muovendo in ritardo – dice all'agenzia di stampa Agi un'operatrice del call center Marilena Sansone, del direttivo Slc Cgil Palermo - dall'11 il collega non era più in azienda. L'ultimo giorno aveva una lieve influenza. In questo momento sappiamo solo che marito e moglie sono passati da un triage per l'eventuale ricovero. Alcune prescrizioni relative alla messa in sicurezza, come la distanza tra le postazioni sono state adottate. Abbiamo anche pranzato ognuno ai propri posti, evitato di prendere gli ascensori. Ma in questo momento nessuno di noi si sente sicuro e siamo tutti in pensiero per le nostre famiglie».

«Chiediamo che luoghi come i call center, dove il lavoro si può svolgere a casa, adottino lo smart working. Il ritardo da parte delle aziende rischia di mettere a repentaglio la vita dei lavoratori e questo non lo possiamo permettere - dice il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo - le aziende intervengano al più presto con una risposta chiara che consenta di mettere in sicurezza tutti i lavoratori, anche gli interinali, nessuno escluso. La richiesta dello smart working è stata avanzata dai rappresentanti dei lavoratori un mese fa. Le aziende definiscano al più presto le operazioni di fattibilità per consentire a tutti i lavoratori di Comdata e a quelli di Windtre distaccati in Comdata di essere nelle condizioni di poter lavorare da remoto per garantire l'essenziale, l'assistenza ai clienti che segnalano guasti. Il profitto passi in questo momento in secondo piano rispetto all'esigenza della sicurezza dei lavoratori».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews