Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Coronavirus, a Bagheria positivo un secondo cittadino
«Nessuna psicosi, restiamo sereni e rispettiamo le regole»

Un nuovo caso di contagio, dopo il primo della scorsa settimana. Su Facebook le raccomandazioni e i moniti del sindaco Tripoli: «Inutile spaventarsi e poi, magari, uscire e non rispettare le regole. Supereremo anche questo, ma restiamo a casa»

Redazione

«L'Asp ufficialmente mi ha comunicato che un cittadino bagherese ha contratto il Coronavirus risultando positivo al tampone. Vorrei rassicurare tutti, ho sentito parecchi messaggi che circolano su Whatsapp e sulle chat scolastiche, gente che amplifica le situazioni per via della paura. Il caso c'è ma è comunque una notizia da vivere con serenità». Così il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli in una diretta Facebook, in cui ufficializza ai concittadini la notizia di un secondo caso di positività in città. Il primo risale alla settimana scorsa. «Bagheria è una città grande, ci sono 60mila abitanti e un indotto di 120mila, abbiamo già avuto un caso di contagio, una settimana e mezzo fa, quello del contagio avvenuto al dipartimento siciliano del Rizzoli, che ha attivato la procedura - assicura -. Come fatto anche qui da parte di Asp e ospedale insieme al 118».

«È accaduta una cosa che poteva accadere, doveva accadere, siamo una grande città, abbiamo contatti con tantissime persone, era normale che arrivasse anche qui - torna a dire il sindaco Tripoli -. Tutte le misure che abbiamo attuato, dal rimanere a casa al chiudere le attività, sono per limitare appunto i contagi, viviamo con serenità questo momento ma con la consapevolezza che dobbiamo rispettare le regole, evitiamo di innescare psicosi inutili, è un virus che si trasmette e quindi è chiaro che prima o dopo sarebbe accaduto anche qui». Il secondo uomo contagiato si sarebbe allarmato per il sopraggiungere della febbre, un po' di tosse secca e alcune difficoltà respiratorie. Trasportato in ospedale a Palermo, «gli è stato messo l'ossigeno, non è stato messo in Terapia intensiva e già mi dicono che sta migliorando. Significa che si contrae il virus e che si supera, ma dobbiamo evitare che possa contagiare più persone», ribadisce il primo cittadino.

E assicura, poi, che è stato già attivato il protocollo necessario anche con tutte le persone entrate in contatto con l'uomo positivo dal 7-8 marzo, che stanno facendo la quarantena e che verranno controllate. «Mi permetto di dire solo che so che è un momento di difficoltà, specie per chi lavora a giornata e, con le attività chiuse, non può più portare il pane a casa, lo comprendo, purtroppo il Comune non può fare più di quello che sta già facendo, confido nel governo nazionale. Ma quando vi invito a stare a casa, che è un dovere, è per evitare il contagio. Questa è una persona che è uscita e ha incontrato i propri cari, è stata in giro, è andata a lavorare e ha contratto il virus, potrebbe capitare a chiunque di noi - insiste -. Ma, evitando gli allarmismi, direi di trasformare in positività questo momento e seguiamo pedissequamente le regole imposte, evitiamo psicosi che non servono, usciamo lo stretto necessario per lavoro, necessità, salute. Se non vediamo i nostri cari per qualche settimana non succede nulla».

Molti, secondo lui, uscirebbero più di una volta nella stessa giornata per andare spesso al supermercato, comprando prima una cosa, poi altre due, poi un'altra ancora. Senza, quindi, badare a limitare uscite e spostamenti. «Per cui abbiamo questo caso, quest'uomo la supererà alla grande, sta rispettando il protocollo così come i suoi famigliari e le persone che hanno avuto contatti con lui. Non serve preoccuparsi, semmai poniamo in atto quello che ci dice il governo. Supereremo anche questo momento. Inutile spaventarsi e poi, magari, uscire e non rispettare le regole. Chi ha contratto il virus non è un appestato, ma evitiamo altri contagi. Ci sono tantissime persone in quarantena a Bagheria. Questo è un momento eccezionale che può durare più di quanto pensiamo, quindi organizziamoci rispettando le regole».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews