Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, codice anti-contagio al Barbera
«Tifosi, ci mancate ma ora stiamo a casa»

Nonostante il blocco del campionato, i rosanero proseguono regolarmente la propria attività in un Barbera blindato e ogni giorno applicano un protocollo in linea con le indicazioni del decreto ministeriale. Pelagotti si rivolge alla tifoseria. Gesto di solidarietà, intanto, del difensore Accardi

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Cosa fa il Palermo in questo periodo di emergenza causa Coronavirus? Sull’asse campo-casa-campo i rosanero, nonostante il blocco del campionato, stanno provando a mantenere uno standard all’insegna della normalità. Parola poco compatibile con le abitudini e i ritmi di vita di questi giorni ma ancora presente nel vocabolario custodito negli scaffali della società presieduta da Dario Mirri. In un Barbera blindato, la squadra prosegue ogni giorno la preparazione rispettando, ovviamente, tutte le indicazioni specificate nel decreto ministeriale e le indicazioni ricevute dalla Federazione Medico Sportiva Italiana. Cautela e senso di responsabilità rappresentano le linee guida di una quotidianità condizionata, inevitabilmente, dalle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.

Il codice anti-contagio prevede una serie di regole: i giocatori si spogliano in due luoghi diversi (che ogni giorno, oltretutto, vengono sanificati) e all’interno dello spogliatoio, dove possono entrare solo i tesserati, si cerca a scopo precauzionale di mantenere una distanza di sicurezza. I rosa, che hanno a disposizione bottigliette personalizzate e anche dei dispenser con adeguate soluzioni detergenti, si allenano inoltre a turno: mentre un gruppo è in campo l’altro, di solito, è nello spogliatoio e viceversa. Allo stadio, dove è stata allestita anche una palestra utilizzata individualmente, ogni movimento effettuato dagli uomini di Pergolizzi è funzionale all’esigenza di evitare il più possibile occasioni di affollamento. Concetto valido anche nella vita quotidiana dei giocatori ai quali la società ha chiesto il sacrificio di non partire nei giorni liberi per andare a trovare i propri parenti e, nello stesso tempo, di non ricevere persone provenienti da fuori.

Parola d’ordine, dunque, prudenza. Motivo per cui, in questo periodo, ai rosanero è stato consigliato anche di non frequentare di sera pub o ristoranti e di restare (va bene anche riunirsi in piccoli gruppi) il più possibile nelle rispettive abitazioni. Stop, ovviamente, anche ai contatti con i tifosi che, allo stato attuale, dovranno rinunciare alla richiesta di un autografo o ad una foto con i propri beniamini. «Cari tifosi, sono momenti difficili e dobbiamo impegnarci tutti a contenere l’emergenza – ha sottolineato il portiere Alberto Pelagotti in un video pubblicato dal Palermo sui canali social - ci mancate tantissimo ma per ora è meglio se restiamo tutti a casa. Non vediamo l’ora di festeggiare e cantare di nuovo con voi come fatto finora tutte le domeniche ma il periodo è abbastanza complicato e dobbiamo fare tutto il necessario per contenere l’emergenza e avere misure di sicurezza abbastanza importanti. Vi portiamo ogni giorno dentro i nostri cuori e speriamo veramente di potervi rivedere il prima possibile».

Non vivendo in un mondo a parte, anche i calciatori vivono e sentono questo momento. Ne è una conferma il gol nel sociale realizzato dal difensore palermitano Andrea Accardi che, attraverso il proprio account Instagram, si è esposto per una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di attrezzature mediche destinate all’Ospedale Civico.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews