Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Comune, è il giorno della nuova Giunta Orlando
Giurano anche i nuovi: Petralia, Marino e Di Dio

In un clima reso irreale dall'emergenza coronavirus e dopo gli scandali degli ultimi giorni, col giro di mazzette che ha visto coinvolti alcuni consiglieri comunali e funzionari, ecco rimodulate le deleghe degli assessori palermitani, che salgono così a undici

Gabriele Ruggieri

La prima conferenza stampa ai tempi dell'ordinanza per il pericolo Coronavirus segna la presentazione della nuova giunta Orlando. Un esordio con cambio in corsa visto che il neo rinominato Emilio Arcuri ha preferito cedere il passo dopo l'indagine per corruzione che ha coinvolto, tra gli altri, due consiglieri comunali - finiti ai domiciliari - e altrettanti funzionari del Comune, uno dei quali, Mario Li Castri, che ha lasciato ogni ruolo un paio d'anni fa, era stato definito più volte nelle intercettazioni come uomo di fiducia dello stesso Arcuri. Spazio dunque ai due nomi già annunciati, Paolo Petralia e Sergio Marino e alla new entry dell'ultimo momento, Vincenzo Di Dio.

Al presidente dell'Ordine degli ingegneri vanno le deleghe a Edlizia privata, Sue, Città storica-condono. Al giovane Petralia quelle alle Politiche Giovanili, Sport, Innovazione, Rapporti funzionale con Sispi, Relazioni internazionali all'interno dei progetti strategici di competenza del Sindaco, mentre al'ex vicesindaco Sergio Marino tornano Ville e giardini-verde-aree protette, Parchi, Riserve terrestri e marine e di interesse naturalistico, Rapporti funzionali con Reset, Rap e Srr. I tre non sono tuttavia gli unici coinvolti nel rimpasto, che ha visto rimodulare le deleghe anche degli altri assessori, con Giusto Catania che perde la delega alla Rap in luogo di Marino. Marino che parla da «ripescato», dicendosi «grato al sindaco», con la promessa di concentrarsi soprattutto su Rap e sulle prospettive future dell'azienda, Petralia parla di sport e cita Mohamed Alì nell'accettare la grossa responsabilità che comporta il suo ruolo. 

Queste le deleghe in dettaglio degli altri otto assessori, con Fabio Giambrone che rimane vicesindaco e tiene Organizzazione, Personale, Polizia municipale, Coime, Cantiere, Decoro Urbano e Servizi demografici. Giusto Catania Urbanistica continuerà a essere assessore ad Ambiente, Mobilità e Rapporti funzionali con Amat. Roberto D'Agostino rimane al Bilancio consolidato, Fondi comunitari, Tributi, Patrimonio, Beni confiscati e Cimiteri. Adham Darawsha mantiene Culture, Spazi museali ed espositivi, Toponomastica, Partecipazione democratica e Consulte. A Giovanna Marano vanno Scuola, Lavoro, Parità di genere, Decentramento, Partecipazione istituzionale e Circoscrizioni, mentre a Giuseppe Mattina Cittadinanza Solidale, Dignità dell'abitare, Edilizia residenziale pubblica e Rapporti con Iacp. Confermato anche Leopoldo Piampiano per le Attività economiche, Mercati, Suap, Diritti degli animali, Sanità e Igiene. Maria Prertigiacomo tiene Rigenerazione urbana, Mare e coste, Lavori pubblici, Protezione civile, Sicurezza luoghi di lavoro, Manutenzione immobili comunali, Scuole e impianti sportivi, Rapporti funzionali con Amap e Amg Energia.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews