Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Strage di Capaci, parla l'ex poliziotto accusato dal pentito
«Non sono l'esecutore, io quel giorno non ero nemmeno lì»

Poche frasi, biascicate in una stentata dichiarazione spontanea. L'ex funzionario Giovanni Peluso, presentato con accompagnamento coatto, si avvale della facoltà di non rispondere. «Non so nel dettaglio cos'ha detto Riggio, ma lui  può dire quello che gli pare»

Silvia Buffa

«Non è possibile che io sia l'autore della strage di Capaci, io mi trovavo alla scuola di polizia». Una replica secca, quasi sussurrata tenendosi a debita distanza dal microfono, quella di Giovanni Peluso, l'ex poliziotto tirato dentro il processo d'appello Capaci bis di Caltanissetta. È qui che questa mattina l'uomo si è presentato scortato dai carabinieri, per il fatto di non essersi presentato in aula in seguito alle precedenti convocazioni, per rispondere delle accuse che gli muove il collaboratore di giustizia Pietro Riggio. Che indica l'ex funzionario addirittura come uno degli esecutori materiali della strage di Capaci del 23 maggio 1992.

Ma Peluso biascica poche frasi, raccolte come dichiarazioni spontanee e poi si avvale della facoltà di non rispondere, in quanto indagato di reato connesso. «Non conosco dettagliatamente le dichiarazioni di Pietro Riggio, non so che cosa ha detto, poi lui può dire quello gli pare - ha aggiunto l'ex poliziotto -. Ma non è possibile che io sia l'autore di quella strage, mi trovavo altrove, io questo ho dato come giustificazione, la procura sta facendo ulteriori accertamenti per verificare la mia posizione. Mi dispiace ma non sarei cosa rispondere alle domande». Dal canto suo, l'ex funzionario, indagato dalla procura di Caltanissetta per concorso in strage e associazione mafiosa, ha denunciato Riggio per calunnia, proprio rispetto a quelle dichiarazioni che lui non conoscerebbe integralmente. 

«Ancora Brusca è convinto che il timer l’ha schiacciato lui». È solo una delle frasi con cui quell’ex agente, nell’ambiente conosciuto come il turco o lo zozzo, avrebbe impressionato Riggio, secondo la ricostruzione fatta recentemente dal collaboratore. Che di Peluso sembra conservare un ricordo nitidissimo. «Da quello che so - ha detto ai magistrati -, per otto anni è stato al Sismi, però si è occupato sempre di lavori sporchi». A raccontare questo dettaglio in particolare a Riggio sarebbero stati i compagni di cella dell’ex poliziotto. «Era un tipo operativo - dice ancora -. Non l’ho mai visto venire con una macchina propria. Si faceva lasciare, poi lo riaccompagnavo io. Sempre alla stazione degli autobus o a quella dei treni».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews