Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Omicidio Felice Orlando, due condanne all'ergastolo
L'agguato mortale nel'99 in una macelleria allo Zen 2

Pena massima quella decisa dalla corte d'assise per Gaspare Di Maggio e Vincenzo Pipitone. La vittima fu freddata all'interno del negozio che aveva da poco preso in gestione, davanti a due dipendenti. «Lui non ha gridato, si sono sentiti solo quei botti»

Redazione

L'omicidio di Felice Orlando, ucciso nella macelleria Vetrano allo Zen 2 il 17 novembre 1999, ha finalmente un colpevole dopo oltre 20 anni. La seconda sezione della corte d'assise di Palermo ha condannato all'ergastolo Gaspare Di Maggio, di Torretta, e Vincenzo Pipitone, di Carini, accusati di aver fatto parte del commando di killer mandato da Cosa nostra per punire la vittima. Secondo alcuni collaboratori di giustizia, infatti, Orlando avrebbe dovuto scontare il fatto di aver tentato una scalata criminale all'interno del quartiere palermitano. Finendo per pestare i piedi ai vertici del clan, gli allora latitanti fratelli Salvatore e Sandro Lo Piccolo, boss di Tommaso Natale. 

Ad assistere al delitto, quel giorno, c'è una nipote della vittima, all'epoca poco più che ventenne, che lavora dietro la cassa: «Mio zio era arrivato da pochissimo quel pomeriggio, intorno alle 18.15-18.30, l’omicidio è stato intorno alle 18.45 circa, ricordo che ho chiamato tante volte la polizia, non arrivò subito - aveva raccontato un anno fa durante il processo -. Di fronte alla porta d’ingresso della macelleria c’era la cassa con un banchetto di cemento, sotto al quale mi sono nascosta subito». La ragazza cerca di proteggersi come può. «Sono entrate due persone, una ha superato la porta, l’altra è rimasta fuori sull’uscio. All’inizio dalla porta a vetri sembravano solo due clienti, ma quello che è entrato aveva in mano una pistola. Mio zio era di spalle rispetto all’ingresso, stava parlando col banconista. Quello che è entrato lo ha chiamato per nome, lui ha girato solo la testa, poi si è girato verso di me, e sono partiti i colpi, alcuni mi sono anche passati sopra la testa».

In quel momento, dentro alla macelleria Vetrano, che la vittima aveva da poco preso in gestione, c'è anche il banconista: «Davanti a me c’era Felice Orlando, che era arrivato da poco, mi aveva chiesto di affettargli un po’ di porchetta che si sarebbe portato via - ha ricordato anche lui in aula -. Io ho sentito solamente i botti, tre-quattro, e poi mi sono abbassato sotto il banco, pensavo fossero petardi, mi sono spaventato». Vede i killer uscire dalla macelleria e dileguarsi subito a piedi. «Felice non ha gridato, l’unico rumore è stato solo quello dei botti, non saprei dire in quanti hanno sparato, forse tutti e due perché ho sentito assai botti. Quel giorno non ci sarei neppure dovuto essere in macelleria, due giorni prima era morta mia madre».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews