Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

In consiglio comunale il clima è ben poco natalizio
«Prima delle luminarie serve illuminare le periferie»

Nervi tesi, ancora una volta, a Sala delle Lapidi nonostante l'arrivo delle feste. A far innervosire il ritardo di atti importanti e l'assenza della giunta. Ferrandelli: «La città è fuori controllo». Russo: «Sugli eventi di Capodanno ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica»

Andrea Turco

Foto di: Antonella Lombardi

Foto di: Antonella Lombardi

«Sul Natale c'è un teatrino ancora in corso, e la città si è accorta di questa incapacità di gestione e di amministrazione. Il Comune sta mettendo quattro luminarie giusto ora, giusto per lavarci la faccia, come se questo fosse il problema. Prima delle luci natalizie bisognerebbe pensare a illuminare le periferie». E' un Fabrizio Ferrandelli ben poco natalizio quello che apre il consiglio comunale del 24 dicembre. A Sala delle Lapidi i temi all'ordine del giorno sono tanti, e il leader di Più Europa si mostra ben poco conciliante con la giunta Orlando. Si capisce subito che chi si aspettava una seduta tranquilla e benaugurante resterà deluso. 

La vigilia di Natale, insomma, resta torrida. Soprattutto considerando i ritardi sugli eventi natalizi, che si ripetono così come già nel 2018: la commissione comunale ha pubblicato il bando dei vincitori soltanto il 21 dicembre, dopo che la giunta Orlando ha stanziato le somme necessarie soltanto ai primi del mese. Col paradosso che quasi tutti gli eventi natalizi previsti si terranno dopo il 25 dicembre. Mentre Sala delle Lapidi negli scorsi giorni ha discusso per ben tre sedute sulle due feste che si terranno a Capodanno, a piazza Giulio Cesare e al Cep.

«C'è imbarazzo in Consiglio, per via di un braccio di ferro istituzionale che non vorremmo avere - prosegue Ferrandelli - Noi facciamo la nostra parte, abbiamo chiesto in più di un'occasione il rispetto della giunta. Siamo in una città fuori controllo. Potere arrivare a Sala delle Lapidi oggi è stata una impresa. La città è paralizzata sui cantieri al Pioliteama, in via Amari, non c'è nessuna comunicazione sui cantieri al teatro Massimo. L'assessore alla Mobilità è un dittatore, sta inginocchiando le attività commerciali, non si confronta e con tutti i cantieri addosso si è amminchiato, come direbbe Camilleri, a fare l'isola pedonale. Ci giunge notizia che oggi Catania proverà a istituire la ztl notturna e nei weekend. Mentre il regolamento sui dehors resta ancora fermo». 

Ad alimentare la rabbia dei consiglieri è anche l'assenza della giunta. Resta il fatto che la maggioranza prova a smarcarsi dal malumore generale. «Siamo stati imbarazzati anche dal ruolo avuto da alcuni consiglieri di opposizione - specifica Ottavio Zacco, di Italia Viva - che ci ha bloccato per una settimana a parlare di un problema politico che si poteva risolvere subito con la presenza dell'assessore». Sull'ordine dei lavori sono poi intervenuti i consiglieri Francesco Scarpinato e Michele Susinno.

Il vicepresidente Giulio Tantillo, di Forza Italia, punta poi di nuovo sulle annose pedonalizzazioni volute dalla giunta. E non solo. «Il problema è perché i dirigenti hanno firmato un atto su via Maqueda, via Roma e corso Vittorio Emanuele - afferma - Questa mattina, e siamo al 24 dicembre, mi sono arrivati gli emendamenti al piano triennale delle opere pubbliche. Questo vuol dire che la commissione urbanistica non conosce questi documenti, che sono stati prodotti il 23. Ma quali opere si dovrebbero completare in questi pochi giorni che mancano alla fine dell'anno? Ecco perché è facile prevedere che questi emendamenti scivoleranno al 2020. Ciò succede che gli assessori sono convinti di poter fare ciò che gli pare». Quel che resta di una seduta piuttosto nervosa è che i regolamenti da tempo impantanati a Sala delle Lapidi - dai rifiuti ai già citati dehors fino ad arrivare a quello sull'inclusività sociale - slitteranno anch'essi all'anno nuovo. 

«C'è un altro atto deliberativo importantissimo di cui non si è discusso - ricorda infine Mimmo Russo -, cioè il bilancio consolidato, senza la cui approvazione viene vanificata in parte la stabilizzazione di circa 200 lavoratori. Chiedo che questo consiglio voti immediatamente quell'atto, per questo chiedo una sospensione o, rivolgendomi al presidente, di convocare un consiglio comunale urgente a partire da giorno 27 dicembre. Sarebbe indegno non mettere a riparo entro la fine dell'anno queste persone. Aggiungo poi che per la prima volta il piano triennale delle opere pubbliche non è stato deliberato, mentre sugli eventi di Natale e di Capodanno ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews