Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il Natale rosanero e i sogni dei tifosi palermitani
Tra l'alter ego di Santana e i dubbi sull'allenatore

Sotto l'albero, in un periodo in cui va registrato un calo di entusiasmo rispetto alla fase di innamoramento iniziale, ai sostenitori piacerebbe scartare come regalo qualche nuovo acquisto. La società è chiamata a dare segnali concreti di forza

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio Melita

Foto di: Antonio Melita

Letterina natalizia, colorata di rosanero, destinata a Babbo Natale. Mittente il tifoso palermitano. «Caro Babbo Natale – c’è scritto idealmente in questa missiva – quest’anno, sotto l’albero, vorrei trovare come regalo un intervento della società sul mercato e, in particolare, un attaccante che possa sostituire l’infortunato Santana». Il Babbo Natale a cui è indirizzata la cartolina è l’immagine archetipica della dirigenza, chiamata a uno sforzo durante la finestra invernale per dare un segnale di forza alle dirette concorrenti, in particolare al Savoia che nei giorni scorsi si è rinforzato acquistando dal Giugliano l’attaccante De Vena, e alzare il livello di competitività della squadra. Non si tratta di fare qualcosa solo per il gusto o la volontà di accontentare la piazza. Agire in questo modo, anzi, potrebbe essere anche controproducente partendo dal presupposto che spesso le reazioni del popolo sono umorali e condizionate dai risultati del momento.

Attivarsi per puntellare l’organico, in questo caso, è al di là della vox populi una necessità segnalata dal campo. E’ il campo che parla, a prescindere dagli input della gente che ha bisogno costantemente di stimoli e di garanzie, e proprio il rettangolo di gioco in occasione delle ultime uscite coincise con una involuzione della capolista ha detto che, soprattutto in attacco, il Palermo ha bisogno di nuovi innesti. Ecco perché il desiderio natalizio dei sostenitori rosanero, alimentato dalla consapevolezza di dovere colmare il gap lasciato dal lungo stop del capitano e di dare un ulteriore impulso a una compagine che nonostante la rimonta del Savoia è ancora prima in classifica e dunque artefice del proprio destino, non è un capriccio. E’ una richiesta che tiene conto del dato di realtà. Una segnalazione legittima da parte di una tifoseria che, oltretutto, meriterebbe anche un bel regalo (il che, però, non significa che il tifoso debba sentirsi autorizzato a pretendere senza dare nulla) come premio alla dignità e alla civiltà con cui ha assorbito quest’anno molte delusioni tra cui la mortificazione della scomparsa della squadra dal calcio professionistico.

Esplorando per le vie della città e tramite i social lo stato d’animo della tifoseria ci si rende conto che sono diversi i doni che i fedelissimi rosanero vorrebbero scartare sotto l’albero di Natale. C’è chi nonostante il primato in classifica vorrebbe un nuovo allenatore (Pergolizzi, che essendo palermitano deve sopportare un carico maggiore in termini di pressioni e aspettative, non ha ancora fatto breccia nel cuore dei suoi concittadini), chi una maglia più accesa facendo riferimento alla tonalità di un rosa, quello della nuova divisa che ha esordito a Castrovillari, considerato troppo pallido dalla maggior parte degli utenti. Nel contenitore dei bigliettini relativi alle varie richieste della gente, però, ce n’è uno che abbraccia la volontà di tutti i tifosi. In grassetto e a caratteri cubitali c’è scritto: progetto. Una parola che non può essere scissa dal salto di categoria (Ricciardo, di recente, ha detto giustamente che qualsiasi altro traguardo diverso dalla promozione in C è un fallimento) e che misura con precisione le capacità operative della società.

Il Palermo targato Mirri-Di Piazza, al quale va riconosciuto al di là della classifica e delle fatiche sostenute ad agosto in pochi giorni dal tandem Sagramola-Castagnini il merito di avere svolto finora un buonissimo lavoro in termini di costruzione di una certa immagine e di inserimento del marchio rosanero nel tessuto cittadino, non può e non deve vivere di rendita. La gente, in un momento caratterizzato a livello ambientale da un evidente calo di entusiasmo dopo l’iniziale innamoramento, vuole fatti e la dirigenza è chiamata a rispondere in maniera concreta dimostrando di avere i mezzi e gli strumenti (budget con cui operare sul mercato e risorse economiche) per confermare la bontà del piano d’azione illustrato in estate durante la fase di insediamento e legittimare le ambizioni di un’intera città.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews