Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Gli avvocati chiedono le dimissioni del ministro Bonafede
«Le affermazioni sulla prescrizione sono del tutto errate»

Dopo l'intervista di ieri a Porta a Porta, nel quale il Guardasigilli aveva fatto confusione tra dolo e colpa, il consiglio dell'ordine degli avvocati di Palermo si rivolge al Presidente del consiglio: «Così si ingenera pericolosa confusione nell'opinione pubblica»

Andrea Turco

A memoria non si era mai visto che un intero consiglio di un ordine professionale chiedesse le dimissioni del ministro competente sul proprio settore. È quello che è avvenuto nella seduta di oggi del consiglio dell'ordine degli avvocati di Palermo, che ha elaborato un documento con il quale chiede le dimissioni del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. L'esponente pentastellato del governo da ieri è nell'occhio del ciclone per aver affermato, alla trasmissione televisiva Porta a porta, che «quando il reato non si riesce a dimostrare il dolo e quindi diventa un reato colposo, ha termini di prescrizione molto più bassi».

Dichiarazioni che al Guardasigilli Bonafede, che tra l'altro è un avvocato, finora erano valse un generale sfottò sui social. Ora invece la questione, almeno per lui, si fa più seria. Nella nota l'ordine degli avvocati scrive che le affermazioni sono «del tutto errate dal punto di vista tecnico-giuridico» e nonostante ciò «sono state poste a sostegno dell'opportunità della riforma della prescrizione». Una riforma che il M5s vuole fortemente e sulla quale, se non dovesse essere approvata a gennaio, si rischierebbe una crisi di governo. Ecco perché il foro panormita punta il dito su dichiarazioni che «ingenerano pericolosa confusione nell'opinione pubblica», spiegando di nutrire «il fondato timore che le riforme delle regole processuali e sostanziali, in ambito civile e penale, attualmente in discussione, siano quindi basate sulla errata percezione e conoscenza degli istituti giuridici».

La nota è stata trasmessa al Consiglio Nazionale Forense, all'Organismo Congressuale Forense, e al Presidente del consiglio dei ministri. «Il principio di colpevolezza è la norma basilare che regge tutto il sistema penale - dice l'avvocato Michele Calantropo - Il ministro Bonafede ieri ha dato una dimostrazione di grande ignoranza delle norme, considerato che è pure un avvocato. Ha parlato anche di strage colposa, che non esiste, si è avventurato in una serie di dichiarazioni errate. Il diritto principalmente è figlio del buon senso, in questo caso il buon senso è proprio mancato. La nostra presa di posizione è sul diritto, non è di natura politica o preconcetta. Noi ci occupiamo di legge e regolamenti, a preoccuparci è l'inadeguatezza normativa. Se questo il legislatore deve fare attenzione». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews