Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Mafia, arrestato il ricercato Pietro Luisi
Trait d'union tra famiglie e 'ndrangheta

Sfuggito alla cattura in due occasioni a Palermo e in una a Catania, è accusato di essere il corriere deputato all'approvvigionamento degli stupefacenti per tre diversi mandamenti. Gli agenti della polizia lo hanno fermati in un appartamento vicino alla sua abitazione

Gabriele Ruggieri

È durata solo pochi mesi la vita da primula rossa di Pietro Luisi, palermitano di 29 anni scampato all'arresto nel corso di ben due operazioni, una portata a termine dai carabinieri e l'altra dalla polizia di Stato. Sono stati proprio gli agenti della Mobile, guidata da Rodolfo Ruperti, a individuare e arrestare l'uomo, che si nascondeva in un appartamento in zona Oreto, a Palermo, a pochi passi dalla sua abitazione.

Luisi, precedenti penali per droga, coinvolto (e condannato a sette anni in primo grado) nell'operazione Double Track in cui è finito in manette anche il cantante neomelodico catanese Niko Pandetta, secondo le indagini si era col tempo specializzato nel trasporto degli stupefacenti al soldo non solo della famiglia mafiosa di Brancaccio, a cui sarebbe stato molto vicino, ma anche dei mandamenti confinanti di Porta Nuova e Santa Maria di Gesù. Un affare in cui erano invischiati anche i due fratelli Armando e Salvatore, arrestati lo scorso 29 luglio. «Erano specializzati nel trasporto di droga - dicevano di loro i carabinieri - gestivano il traffico di stupefacenti nella zona tra Brancaccio e Bonagia».

Nell'ambito dell'operazione Maredolce 2, che risale a giugno, Pietro Luisi appare come il corriere di fiducia di Fabio Scimò, vecchia conoscenza degli investigatori palermitani per i trascorsi al fianco del boss Guttadauro e per un curriculum criminale in cui spicca l'accusa di traffico di droga internazionale. Proprio grazie alle referenze di Cimò, Pietro Luisi sarebbe riuscito a farsi aprire le porte di casa di Giuseppe Barbaro, presunto reggente della 'ndrina Barbaro di Platì, in Calabria. Pare infatti che fosse la 'ndrangheta una delle fonti di approvvigionamento più prolifiche per Cosa nostra a Palermo, da tempo incapace, come dicono gli investigatori, di trovare una propria autosufficienza nel procurarsi la droga. Intanto, tra saluti e baci ai parenti all'uscita dalla mobile, Luisi è apparso estremamente sereno: «Tranquilli, ora viegno arrè», la sua rassicurazione ai famigliari, prima di salire sull'auto della polizia.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews