Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

A Piano Battaglia il sopralluogo di Musumeci 
«Può diventare importante stazione sciistica»

Redazione

«Piano Battaglia ha tutte le caratteristiche per diventare una delle più importanti stazioni sciistiche del Meridione, attualmente però sconta la mancanza di un’adeguata rete viaria e la carenza di una serie di servizi fondamentali». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in visita sulle Madonie insieme all'assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro.

Il governatore - che è stato accolto da numerosi sindaci del comprensorio, dal commissario straordinario del Parco Salvatore Caltagirone, dal segretario generale dell’ex Provincia di Palermo Giuseppe Vella e da Antonio Catalano, presidente della Piano Battaglia Srl (la società che gestisce gli impianti di risalita) - ha effettuato il sopralluogo allo scopo di verificare personalmente la situazione attuale del complesso sciistico. Musumeci, per oltre un'ora e mezza, ha ascoltato gli operatori del settore e gli amministratori locali.

«L’unica stazione sciistica della Sicilia Occidentale - ha evidenziato Musumeci - è praticamente irraggiungibile. La viabilità (la strada provinciale 54) è compromessa da una strada con il manto deteriorato e i guardrail divelti, è priva di segnaletica e piena di buche e con tre frane in corso». Per questo motivo, il governatore ha già attivato l'Ufficio contro il dissesto idrogeologico, del quale è commissario, per programmare un progetto di manutenzione straordinaria.

«Anche nella stazione sciistica - ha aggiunto il presidente - si registrano numerose carenze: manca un posto di polizia, non esiste un’elisuperficie per il soccorso di eventuali traumatizzati, non c’è un ufficio per l’informazione turistica, né una sede per la scuola di sci. Mancano persino i bagni pubblici. Oggi non ci sono le condizioni minime perché si possa parlare di Piano Battaglia come di una meta di livello nazionale o internazionale». Le competenze sono divise tra alcuni Comuni, il Parco delle Madonie, l’ex Provincia di Palermo e la Regione Siciliana.

«Oggi sono qui - ha spiegato il governatore - per annunciare che la Regione farà la sua parte affinché possa cambiare il volto di questi luoghi perché Piano Battaglia è patrimonio di tutta la Sicilia. Già nei prossimi giorni ci sarà una riunione operativa e Palazzo Orleans farà da coordinamento per elaborare un progetto organico di riqualificazione dell’area. Gli interventi costeranno alcuni milioni ma le risorse le abbiamo e intendiamo restituire ai siciliani, per la prossima stagione sciistica, un luogo profondamente migliorato e capace di diventare un importante attrattore turistico. Lo dobbiamo anche agli operatori che ho incontrato oggi e che lavorano quotidianamente con passione, vigore e tenacia per offrire servizi all'altezza della situazione e che non chiedono elemosine o sussidi, ma di essere sostenuti con interventi strutturali sul territorio».

Dopo la visita agli impianti, Musumeci ha fatto il punto della situazione a Petralia Sottana, nella sede del Parco delle Madonie, insieme al sindaco Leonardo Neglia e al commissario straordinario del Parco Salvatore Caltagirone. Presenti anche i sindaci e gli operatori turistici del comprensorio.

(fonte: Regione Siciliana)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews