Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Partinico, è guerra tra commissario e consiglio
«È un ducetto». Arena: «Sono degli anarchici»

Rinviata a domani sera l'istituzione di una commissione d'indagine sulle spese sostenute dall'ex colonnello della guardia di finanza. Una scelta che giunge dopo il caso dei gettoni di presenza incassati per incontri andati deserti, sollevato proprio da Arena

Andrea Turco

«Il clima politico qui è comunque pesante. Tra un commissario straordinario che pensa di fare il ducetto e una classe politica inadeguata e fallimentare, come hanno dimostrato le dimissioni dell'ex sindaco De Luca, questo paese affonda sempre più tra i suoi atavici problemi». L'amaro commento del consigliere comunale Emiliano Puleo rende bene l'atmosfera politica che si respira in questo momento a Partinico. Sin dal suo insediamento a giugno il commissario straordinario Rosario Arenanominato direttamente dal presidente della Regione Nello Musumeci, è entrato in rotta di collisione col civico consesso

Negli ultimi giorni Arena aveva sollevato il cosiddetto caso Gettonopoli: dal 2015 a oggi il Comune di Partinico avrebbe sborsato 1.850 gettoni di presenza non dovuti ai consiglieri comunali per consigli e commissioni andate deserte. Il conto è già salito a 55mila euro, secondo gli accertamenti effettuati dagli uffici del Settore Affari generali. Questa mattina invece il consiglio comunale aveva a sua volta istituito un punto all'ordine del giorno per istituire una commissione consiliare d'indagine sulle spese sostenute proprio da Arena. «Il consiglio è stato rinviato a domani sera, oggi il punto in questione non si è nemmeno aperto - spiega Puleo - Il dubbio che sorge un po’ a tutti i consiglieri riguarda l’ammontare delle spese sostenute dal commissario tra trasferte, affitto casa, bar, pranzi e cene. Chi ha provato a documentarsi sul tema o si è visto negare l’accesso agli atti oppure nella documentazione ha trovato una bella sfilza di omissis». 

Accuse rigettate con decisione dallo stesso ex colonnello della guardia di finanza. «Già una volta i consiglieri mi hanno chiesto i documenti e glieli ho forniti, ovviamente seguendo la legge sulla trasparenza e quella sull'accesso agli atti - spiega il commissario - La guerra di cui si parla tra consiglio e commissario l'hanno iniziata loro. Io amo da sempre le regole, mentre loro sono degli anarchici. Tra l'altro è la stessa legge, ad esempio, a prevedere che io potrei spendere fino a 180 euro al giorno di rimborsi spese, tra albergo a quattro stelle, pranzi e cene. Io invece spendo al massimo 70 euro e mangio con un panino quasi tutti i giorni. Vengo da 40 anni di guardia di finanza, questi consiglieri possono farmi solo il solletico».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews