Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Tar conferma la revoca della scorta per Ingroia
«Furto subito a novembre 2018 non è rilevante»

L'ex pm aveva presentato ricorso contro la scelta del ministero dell'Interno. I giudici amministrativi evidenziano che «anche le prefetture di Roma e Milano hanno rappresentato il venir meno, allo stato attuale, di profili di rischio nei confronti dell'interessato»

Redazione

Confermata la revoca da parte del ministero dell'Interno delle misure di sicurezza personale a protezione dell'ex pm di Palermo, e attuale avvocato, Antonio Ingroia. L'ha deciso con un'ordinanza il tribunale amministrativo regionale del Lazio. I giudici amministrativi hanno considerato che «non si ravvisano i presupposti per l'accoglimento dell'istanza cautelare«, rilevando come in esecuzione di un'ordinanza del Consiglio di Stato di maggio scorso «l'amministrazione competente ha provveduto a riesaminare la posizione del ricorrente, acquisendo nuovamente gli approfondimenti istruttori di tutte le prefetture interessate e il parere della Commissione centrale consultiva, addivenendo nuovamente alla determinazione di non disporre misure a tutela del ricorrente, qui impugnata». 

Il Tar ha anche rilevato che «il furto subito presso la propria abitazione romana nel novembre 2018, oggetto di denuncia del febbraio 2019, non è rilevante ai fini dell'adozione di una misura di protezione, non essendo emersi riscontri di polizia scientifica né significative evidenze tali da ricondurre l'accaduto a dinamiche di criminalità organizzata». Nel provvedimento «si evidenzia, altresì, che anche le prefetture di Roma e Milano hanno rappresentato il venir meno, allo stato attuale, di profili di rischio nei confronti dell'interessato».

Quando a luglio il ministero dell'Interno gli aveva revocato la scorta, l'ex pm l'aveva definito una «scelta fantozziana». Contestando i motivi della decisione e aggiungendo di volerne fare una questione di principio. «Se questi sono i metodi e i criteri di valutazione dei rischi per assegnare le scorte - aveva scritto Ingroia in un lungo post su Facebook - capisco perché tanti vecchi politicanti di mestiere e nuovi mestieranti della politica hanno la scorta, anche se tutti sappiamo che non rischiano alcunché dalla criminalità organizzata ma tutt'al più da qualche cittadino giustamente inferocito verso quegli stessi politicanti che non fanno il loro dovere e non rispettano le loro promesse. E capisco cosi molto bene anche perché la scorta viene revocata a chi invece si è ribellato al sistema per fare vera pulizia».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews