Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Corigliano ko, Palermo rullo compressore
I rosa mandano segnali alle concorrenti

Grazie al netto successo contro la compagine calabrese, il decimo consecutivo, la capolista adesso ha nove punti di vantaggio sulla seconda. Con dodici marcatori diversi la squadra si sta imponendo anche come cooperativa del gol

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio Melita

Foto di: Antonio Melita

La Decima può essere un’ossessione prendendo come riferimento il Real Madrid che nel 2014 sfatò un tabù aggiudicandosi la decima Coppa dei Campioni della sua storia ma, facendo ovviamente le dovute proporzioni, può essere anche una pura formalità se nell’ambito del campionato di serie D il protagonista è il Palermo. Che battendo il Corigliano al Barbera con un punteggio tennistico (6-0) ha ottenuto in scioltezza la decima vittoria consecutiva. Un successo in linea con l’andamento di un match a senso unico e attraverso il quale gli uomini di Pergolizzi, adesso con nove punti di vantaggio sul Troina secondo in classifica, hanno inviato un ulteriore messaggio alle concorrenti.

Fa bene Pergolizzi a predicare prudenza e a dire che ancora non si è vinto nulla ma è anche vero che, seguendo la linea tracciata dai rosanero in questa prima parte della stagione, sarà molto difficile per le inseguitrici colmare il gap e insidiare la leadership della capolista. Abile contro il Corigliano Calabro, reduce dal pari interno a reti bianche con il Savoia, a ripetere il copione delineato in altre circostanze e ad archiviare la pratica, di fatto, già nel primo tempo in virtù in questo caso dei gol da fuori area realizzati da Ficarrotta (incoraggianti i segnali mandati dall’esterno offensivo palermitano sostituto oggi dell’infortunato Santana e alla prima da titolare in campionato tra le mura amiche) e Martin su assist di Ricciardo al culmine di un’azione alimentata sull’out sinistro da Felici.

La compagine di Pergolizzi ha dilagato poi nella ripresa con la doppietta siglata dal numero 9 (la terza in questo campionato per l’attaccante messinese salito a quota otto in vetta alla classifica marcatori) e le reti, entrambe di testa, di Martinelli e del neo-entrato Sforzini ma, al di là del punteggio che avrebbe potuto assumere proporzioni ancora più ampie se il portiere D’Aquino non avesse limitato il passivo con diversi interventi di buona fattura, vanno sottolineati i miglioramenti di un gruppo che ha ancora margini di crescita. Se è vero che sono i dettagli a fare la differenza avranno un valore pari o addirittura superiore alle dimensioni numeriche del successo l’attenzione e la continuità mostrate nell’arco dei 90 minuti, la prima volta a porta chiusa al Barbera in questo campionato o la capillare distribuzione delle reti. Martin e Martinelli sono rispettivamente l’undicesimo e il dodicesimo marcatore diverso di un Palermo che sa perfettamente ciò che vuole e che sta lasciando il segno anche come cooperativa del gol.

Nota di merito in più per una squadra rullo compressore che, domenica dopo domenica, asfalta gli avversari che si trova davanti. La vittima, in questo caso, è stata un Corigliano composto da tanti giovani non abituati a misurarsi con dei palcoscenici come quello del Barbera e condizionato psicologicamente da una delicata situazione sul fronte societario. Il successo, in ogni caso, lo hanno ottenuto fuori dal campo i circa cento tifosi al seguito della formazione di De Sanzo che hanno esposto durante il match due striscioni (uno dei quali era un omaggio alla storia del club rosanero) applauditi da tutto il pubblico in un clima di fair-play. Pillole di sportività che fanno bene al calcio e che, moralmente, hanno reso meno amara la pesante sconfitta di una squadra uscita dal terreno di gioco comunque a testa alta e tra gli applausi scroscianti del popolo rosanero.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews