Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ingegneria navale, la laurea proposta dagli studenti
«Chi vuole specializzarsi è costretto ad andare via»

Dalla campagna #sirestiarrinesci parte la mobilitazione che richiede un corso di laurea ad hoc all'università di Palermo. In pochi giorni raccolte più di mille firme. D'accordo la Fiom Cgil: «Con le prospettive future figure del genere saranno ancora più necessarie»

Andrea Turco

Il mare c'è, le navi anche, le aziende che ci lavorano idem (Fincantieri) così come i luoghi adatti (i Cantieri Navali). A Palermo però manca un percorso di studi per chi voglia intraprendere le professioni legate al settore. Da questa osservazione è partita giorno 29 ottobre la raccolta firme portata avanti dalla campagna #sirestiarrinesci, per attivare anche nel capoluogo siciliano il corso di laurea in Ingegneria Navale. Al Viale delle Scienze in pochi  giorni gli studenti e le studentesse che si sono fatti promotori di questa battaglia hanno raccolto già oltre mille firme.

«Siamo rimasti stupiti anche noi da tutto questo interesse, vuol dire che abbiamo colto nel segno - afferma la studentessa di Lettere Tiziana Albanese  - Tra l'altro ad esempio fino all'anno scorso non esisteva ad esempio il corso di laurea in Ingegneria Biomedica, che adesso c'è, quindi gli studenti si rendono conto che l'offerta formativa è limitata. Non sto dicendo che non è buona, ma certamente alcuni corsi di laurea qui mancano, penso ad esempio a Sociologia. Chi vuole specializzarsi dunque o deve scegliere un altro corso di laurea, che significherebbe autolimitarsi, o andare fuori. Noi non ci stiamo». Gli studenti hanno avviato, insieme alla petizione, anche i primi contatti col rettorato e col dipartimento di Ingegneria «perché l'apertura di un corso di laurea aprirebbe a nuove assunzioni e apertura di bandi ad hoc, alla ricerca di professori specializzati». 

Una battaglia, dunque, che nasce da un'esigenza. Considerando che negli scorsi anni è stato lo stesso ateneo a promuovere, presso Fincantieri, tirocini curricurali e modalità di apprendimento basate su training on the job per gli studenti di Ingegneria Meccanica. La prospettiva disegnata dagli studenti, insomma, si muoverebbe in quello che è un percorso già tracciato. Dall'ateneo palermitano filtra che la richiesta degli studenti è stata già inoltrata al Dipartimento di Ingegneria, affinché faccia la valutazione per i prossimi anni accademici. Lìiter insomma è stato avviato: l'esito resta incerto (e i tempi per l'attivazione di un corso di laurea non sono certo brevi) ma è comunque un primo passo.

«Abbiamo portato la campagna #sirestiarrinesci dentro l'università - spiega Tiziana - e abbiamo cercato di capire quale contributo, da studenti, potevamo portare. Dopo la sensibilizzazione abbiamo scelto di partire da questa proposta. Il corso di laurea in ingegneria navale si sposa perfettamente coi Cantieri Navali del porto di Palermo, perché qui si ha la manutenzione delle grandi imbarcazioni e  poi la demolizione delle stesse. La figura professionale dell'ingegnere quindi è centrale, e più in generale lo è in città costiere come la nostra, dove c'è un porto molto grande. Eppure da noi un corso di laurea del genere non esiste, cosa che invece avviene in città come Napoli, Genova e Trieste. Con la giustificazione che lì ci sono porti molto grandi. Ma anche quello di Palermo lo è, e in più noi abbiamo qui anche Fincantieri». 

La domanda dunque sorge spontanea, per citare il conduttore Rai Antonio Lubrano: come mai, essendoci una perfetta ricaduta sul territorio, manca un adeguato percorso di studi? «È proprio da questa domanda che siamo partiti - continua Tiziana - Inoltre se corsi di laurea del genere esistono soltanto fuori, per chi intende specializzarsi l'unica prospettiva è il trasferimento. E se si studia fuori per la triennale e la specialistica è molto difficile pensare che queste persone torneranno, essendo quelle università in contatto con i cantieri navali del luogo e utilizzando spesso la loro competenza per avviarli al lavoro in quei territori».

La mobilitazione degli studenti piace anche ai sindacati, che promettono nei prossimi giorni di stare a loro fianco in questa rivendicazione. «Ci sono già altre università che hanno questi corsi di laurea, quindi non possiamo che essere d'accordo - afferma Francesco Foti, segretario provinciale Fiom Cgil - Una prospettiva del genere è plausibile perché la situazione lavorativa sta migliorando molto. Proprio in questi ultimi mesi Fincantieri a Palermo ha assunto ingegneri e tecnici. Detto ciò, la nostra prospettiva futura è che si cominci a ricostruire le navi e di conseguenza queste professionalità saranno ancora più necessarie». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews