Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Castello Utveggio, in arrivo quasi sei milioni di euro
Tra i beni nel piano di efficientamento energetico

Gli interventi finanziati serviranno principalmente per la gestione dei consumi, la riduzione delle emissioni e per la produzione di energia da fonte rinnovabile. Ma potrebbe essere l'occasione per un rilancio dell'immobile da oltre tre anni in stato di abbandono

Antonio Mercurio

Foto di: Mauro Alessi

Foto di: Mauro Alessi

Dopo anni di incuria e oblio, il Castello Utveggio potrebbe tornare agli antichi fasti di un tempo. L’assessorato all’Energia, infatti, ha approvato la prima tranche di immobili regionali interessati da interventi per l’efficientamento energetico. Il maxi-piano da 30 milioni di euro, con risorse dal Po Fesr 2014/2020 (azione 4.1.1), riguarda un centinaio di interventi (per la precisione 111) promossi dal governo Musumeci per il proprio patrimonio e punta a ridurre i consumi e ottenere risparmi e la riqualificazione del patrimonio immobiliare del dipartimento dei Beni culturali. Il decreto di approvazione della graduatoria - a firma del dirigente generale del dipartimento dell'Energia Tuccio D'Urso - è stato pubblicato oggi sul sito della regione.

Gli interventi finanziati, nel complesso, prevedono la ristrutturazione degli edifici, l'installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e la gestione dei consumi per la riduzione delle emissioni e per la produzione di energia da fonte rinnovabile. «Per costruire un futuro migliore per i nostri figli e i nostri nipoti - sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci - bisogna investire su fonti di energia che riducano drasticamente l'impatto sull'ambiente e, allo stesso tempo, consentano di realizzare economie nei consumi che possono essere dirottate su obiettivi importanti per la collettività. Quello di oggi è un ulteriore passo in questa direzione. Andiamo avanti con convinzione».

Tra le decine di progetti - il termine ultimo per le istanze è scaduto il 3 luglio scorso -, sono numerose le opere e siti presidenziali e del demanio regionale. Tra gli edifici in attesa di un intervento, quasi una trentina quelli nel capoluogo siciliano: tra questi l’Albergo delle Povere, la Casina Cinese, il Castello della Cuba, il Castello Maredolce e della Zisa, il Chiostro di San Giovanni degli Eremiti. E ancora, il Museo archeologico regionale Antonino Salinas, quello regionale d'Arte moderna e contemporanea, Palazzo Abatellis, Palazzo Mirto, il Parco archeologico di Himera, solo per citarne alcuni. Ma il primo a essere interessato dai lavori sarà il Castello Utveggio per il quale sono stati destinati, esattamente, 5,8 milioni di euro.

Risorse che, oltre a rendere la struttura moderna sotto il profilo dei costi e della gestione energetica, potrebbero rappresentare una svolta per la struttura che da oltre tre anni si trova in stato di abbandono . Dopo la chiusura del Cerisdi a marzo 2016, infatti, quello che è stato a lungo il centro di alta formazione della Regione Siciliana è rimasto preda di vandali e curiosi. Nel corso degli anni in molti hanno cercato di riportare l’attenzione sul monumento. Oltre all’impegno del Comune di Palermo, rimasto inascoltato, tra i primi a muoversi anche un’associazione di cittadini, Salviamo Castello Utveggio. Nato ad ottobre 2017, e sottoscritta da oltre 100 personalità della politica, della giurisprudenza e della cultura siciliana, l'ente intende proporsi come intermediario tra la Regione e le istituzioni pubbliche e private che vorranno proporre progetti per il rilancio del luogo. Persino il deputato del Partito Democratico Michele Anzaldi ha sollevato due anni fa il problema alla Commissione Cultura della Camera. Tutti appelli fino ad ora, tuttavia, caduti nel vuoto: che sia finalmente la volta buona?

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×