Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ai Cantieri Culturali arriva la mostra di Zerocalcare
«Le mie non sono provocazioni ma posizioni politiche»

Fino al 12 gennaio 2020 è possibile ammirare centinaia di disegni, locandine e tavole originali realizzate dal celebre disegnatore romano. «Non penso di raccontare una generazione. La mia identità sociale non ha creato strappi coi miei contenuti più pop». Guarda l'intervista video

Andrea Turco

Daje è l'intercalare romano più diffuso, ed è l'espressione che più di tutti usa Zerocalcare. Il disegnatore romano la pronuncia più volte anche a Palermo, in occasione dell'arrivo della mostra Scavare fossati nutrire coccodrilli, che raccoglie centinaia di poster, tavole originali e copertine del celebre fumettista. La mostra, realizzata dal MAXXI (Museo nazionale delle Arti del XXI secolo) e co-prodotta da Minimondi, inaugura oggi alle 18 e 30 allo Zac, pressi i Cantieri Culturali della Zisa, e sarà visitabile gratuitamente fino al 12 gennaio 2020.

Per la tappa palermitana Zerocalcare ha realizzato una specifica illustrazione, intitolata Stessa Barca, che è un omaggio alla diversità e sembra quasi avvolgere il visitatore, dando l'impressione di essere dentro un enorme fumetto. Rispetto a qualche anno fa l'artista romano, che proviene dalla scena dei centri sociali, sembra un po' aver fatto pace con la celebrità e le lunghe file di fans che lo attorniano a ogni presentazione, chiedendogli quelli che lui definisce con autoironia disegnetti. Ma è rimasto tremendamente coerente, come conferma ogni angolo della mostra a lui dedicata. All'ingresso, ad esempio, si viene accolti da una scritta che lo stesso Zerocalcare ha realizzato questa mattina a sostegno del popolo curdo, proprio nei giorni dell'aggressione turca dopo la ritirata delle truppe Usa. Vicende che il disegnatore romano segue da tempo, e che ha documentato nel 2015 attraverso un lungo reportage pubblicato su Internazionale (e poi sul libro Kobane calling).

La mostra esordisce con la sezione Tribù: una selezione di circa 40 tavole illustrate incentrate sulla cultura punk, quella che lo stesso Zerocalcare definisce la sua «famiglia di appartenenza». Ed è a un sottogenere «ancora più di nicchia», ovvero lo straight edge (la filosofia che nasce da una canzone dei Minor Threat e che rifiuta ogni tipo di droga e più in generale ogni forma di dipendenza), che si rifà da quando aveva 17 anni il disegnatore romano. Richiamandone l'estetica anche per le innumerevoli locandine realizzate per le tante lotte sociali a cui il fumettista ha aderito, raccolte nella sezione Lotte e Resistenze: dalle questione abitativa al G8 di Genova, dalla contrarietà al carcere agli spazi occupati.

Pop è l’ultimo capitolo espositivo che s’incontra nel percorso di mostra e include le illustrazioni e fumetti ispirati a storie biografiche, alcune delle quali pubblicate nel suo blog a partire dal 2011. Quelle che probabilmente gli hanno dato la notorietà, facendo uscire il nome di Zerocalcare dalla nicchia tanto amata e che lo hanno fatto arrivare al grande pubblico. È in questo contesto che Michele Rech (il vero nome di Zerocalcare) affresca in modo lucido i temi che riguardano la generazione nativa negli anni Ottanta cresciuta tra game boy, fumetti della Marvel, supereroi e lungometraggi della Pixar: il ritratto di una generazione nata agiata che poco alla volta ha visto svanire i diritti conquistati dai padri.

Ne viene fuori un racconto un po' nostalgico - impossibile non commuoversi, per i 30enni, al suono della prima sigla de I cavalieri dello zodiaco che viene messa in loop nell'ultima aula dello Zac - e che allo stesso tempo invita a non piangersi addosso, attraverso un uso costante dell'ironia (e soprattutto dell'autoironia). Zerocalcare riesce a tratteggiare con poche tavole i demoni del nostro tempo: i social network, la reperibilità e la produttività. L’affondo sul tema abbraccia anche una serie di tavole tratte da episodi di vita quotidiana come, tra gli altri, l’inedito Fagli più tette e Te l'avevo detto nella cui famigliarità narrativa non è difficile per il lettore immedesimarsi.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews