Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Dehors, discussione sul regolamento si blocca sulle tariffe
Tantillo: «Bisogna diversificare i costi nelle zone della città»

La riunione congiunta tra le commissioni Bilancio, Urbanistica e Attività produttive si incarta sul listino prezzi e su diversi altri punti. Sarà necessario rimodulare la bozza da portare in Consiglio per uscire dall'impasse

Gabriele Ruggieri

Foto di: rConceptz

Foto di: rConceptz

Doveva essere la giornata della svolta e invece si è concluso tutto con un altro rinvio. La riunione congiunta tra le commissioni Bilancio, Urbanistica e Attività produttive per discutere del nuovo regolamento sul suolo pubblico, fondamentale per dirimere la questione dei dehors, gli spazi esterni coperti dei locali, si arena sul tariffario. «Come volevasi dimostrare alla fine esce sempre un problema - dice a MeridioNews Giulio Tantillo, capogruppo di Forza Italia in Consiglio - C'è tutta l'intenzione di portare a termine questo atto, ma è chiaro che serve chiarezza, sono troppi ancora i nodi da sciogliere»

Uno dei problemi principali perché la discussione possa finalmente decollare è quello della cifra da far pagare a chi chiede un'autorizzazione. «Su uno stallo blu - spiega Tantillo - l'Amat guadagna, in zona A, tra gli 8 e i10 euro al giorno, volendo arrotondare siamo sui 2500 euro all'anno. Nel momento in cui cedi lo stallo a un commerciante non solo questa cifra viene meno, ma l'esercente pagherà una cifra vicina ai 450 euro all'anno di Tosap, la tassa sul suolo pubblico. Tasse che sullo stesso stallo pagherà a fine anno anche Amat». Una questione non da poco, che riguarda, in modo diverso, anche le zone a traffico limitato.

«Non si dovrebbero dare concessioni nella Ztl - aggiunge il consigliere - finché non c'è un piano di sicurezza, con vie di fuga ben precise, perché vanno bene i regolamenti, ma bisogna anzitutto rispettare il codice della strada. Non credo che chi le autorizzazioni per le zone a traffico limitato passino anche dall'ufficio traffico e invece dovrebbero, perché non si tratta di isole pedonali, ma di aree in cui passano le auto». La soluzione più plausibile è quella di diversificare le tariffe per le diverse zone della città, ma questo richiederà una rimodulazione del piano, revisione che Catania ha garantito poter essere pronta a brevissimo.

«Ogni zona della città avrà un suo valore per metro quadro - conclude Tantillo - Certo, alcune tariffe saranno molto alte ragionando in questo modo, ma ci si affiderà alla politica per cercare di trovare una sintesi in grado di accontentare tutti». Lo stallo sul piano dell'occupazione del suolo pubblico è comunque destinato a risolversi a breve, visto che la discussione tiene infatti fermi ai box gli altri due piani in corso di approvazione: quello sui rifiuti e quello sul sociale. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews