Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo sull'ottovolante, capolista in fuga
E i rosa danno impulso alla loro crescita

L'ottavo successo di fila è stato ottenuto, in rimonta, con le stesse modalità con cui la squadra aveva vinto la scorsa settimana. Gli uomini di Pergolizzi si sono aggiudicati contro il Licata una gara più impegnativa rispetto alle precedenti sfide disputate al Barbera 

Antonio La Rosa

Foto di: antonio melita

Foto di: antonio melita

Palermo sull’ottovolante. È un’immagine simbolica riconducibile allo show rosanero sfruttando un gioco di parole legato al numero otto. Come i punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici Acireale e Biancavilla, gap che fa rima con fuga solitaria, e come le vittorie ottenute nelle prime otto giornate del girone I di questo campionato di serie D. L’ultima, in ordine di tempo, è l’affermazione casalinga per 2-1 nel derby con il Licata. Un successo che, proprio come avvenuto sette giorni fa, equivale al superamento di un altro esame. Lo step in più, che forse è proprio quello che cercava Pergolizzi in relazione al processo di crescita del gruppo, è direttamente proporzionale in questo caso al coefficiente di difficoltà di una sfida più impegnativa rispetto alle precedenti.

Nelle gare interne disputate contro San Tommaso, Marina di Ragusa e Cittanovese il Palermo aveva chiuso la partita dopo la prima mezzora limitandosi poi a gestire il vantaggio. Il copione del match con il Licata, invece, è stato differente e la squadra lo ha saputo interpretare con la stessa efficacia. I rosanero, puniti nel primo tempo da un colpo di testa del difensore Maltese sugli sviluppi di un calcio d’angolo, hanno dovuto sudare per conquistare l’intera posta in palioI gialloblù, seguiti da oltre mille tifosi che prima del match si sono distinti per sportività esponendo lo striscione «Rispetto per chi ha fatto la storia della Sicilia intera, Licata saluta il Barbera», hanno avuto il merito di tenere il risultato in bilico fino alla fine e se al tramonto del match Doda non avesse effettuato un intervento provvidenziale in scivolata (e anche doloroso avendo subito un colpo al basso ventre) per neutralizzare un tiro di Convitto quasi a tu per tu con Pelagotti, adesso parleremmo di un altro epilogo e di un pareggio per 2-2. A testimonianza del fatto che la capolista oggi ha dovuto fare i conti con una partita vera, combattuta, scivolata via sul filo dell’equilibrio e decisa dalla qualità di singoli in grado di fare la differenza.

Uno di questi è il capitano Santana che con un delizioso pallonetto, propiziato da un lancio in verticale di Lancini sul quale si è fatta trovare impreparata la difesa ospite, ha completato una rimonta-lampo introdotta da un acuto di Felici, a segno per la prima volta in questo campionato e con un diagonale di destro al culmine di un’azione rifinita da Martin, Doda e Kraja. Gol a parte, in ogni caso, è una rincorsa di Santana verso l’avversario in fase di ripiegamento il frame che fotografa meglio lo spirito di questo Palermo. Una squadra che, oltre allo spessore tecnico degli effettivi, ha carattere (e non è un caso che per la seconda volta di fila i rosa abbiano reagito immediatamente dopo l’iniziale svantaggio) e personalità.

L’impressione, supportata dai fatti, è che il Palermo possa fare ciò che vuole. Con il massimo rispetto per gli avversari di turno, è come se la formazione di Pergolizzi (anche oggi disegnata con il collaudato 4-3-3 in un Barbera che ha fatto registrare il record stagionale di presenze) fosse arbitra del proprio destino nell’arco dei 90 minuti. Subisce gol soprattutto per demeriti propri - e a questo proposito meritano una riflessione alcune lacune nella lettura di qualche palla inattiva - soffre un po’ quando stacca il piede dall’acceleratore e sposta gli equilibri, con il contributo decisivo di giocatori fuori categoria, nel momento in cui decide di aumentare ritmo ed intensità. Sono gli effetti della legge del più forte. Che, sempre ovviamente nell’ambito della serie D e al netto di alcuni difetti da correggere, può scegliere come e quando imporre la propria superiorità.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews