Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Regione chiede piazza Indipendenza pedonale
Comune: «Sì ma non prima dell'estate 2020»

L'annuncio è arrivato ieri dall'assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro. La consigliera Sabrina Figuccia attacca: «Idea strampalata, così si porta caos in una zona nevralgica della città, prima è indispensabile offrire valide alternative»

Andrea Turco

Foto di: Gaspare Ingargiola

Foto di: Gaspare Ingargiola

«È intenzione del governo regionale far pedonalizzare piazza Indipendenza». Lo ha affermato ieri, un po' a sorpresa, l'assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro. Come riportato da IlSicilia, l'annuncio è avvenuto ieri al No smog mobility, in corso all'università di Palermo. «L’assessore Catania non lo ha voluto dire, ma lo anticipo io - ha continuato Cordaro, lasciando intendere che l'annuncio sia avvenuto fuori dall'accordo tra i due - Stiamo lavorando col Comune per trovare la giusta soluzione. Non esiste alcuna città europea con un palazzo istituzionale con auto e motorini che scorrazzano a fianco. L’area di Palazzo d’Orleans dovrà essere pedonale».

Un annuncio che ha immediatamente fatto discutere: piazza Indipendenza è uno dei cuori nevralgici del traffico palermitano, e una possibile chiusura alle auto potrebbe avere ripercussioni sull'intera città. Considerando soprattutto che la giunta Orlando negli ultimi anni ha spinto fortemente sulle pedonalizzazioni in centro, con provvedimenti inizialmente osteggiati e poi accettati dai cittadini. Non sorprende, dunque, l'attacco, a volte ironico, della consigliera comunale Udc Sabrina Figuccia. «Pedonalizzare strade e piazze della città è (quasi) sempre una buona idea - afferma Figuccia -  ma quella di chiudere al traffico Piazza Indipendenza è davvero strampalata. Sarebbe il modo giusto di portare caos in una zona nevralgica della città. Prima di cercare di ridurre il numero delle automobili a Palermo, è assolutamente indispensabile offrire valide alternative, magari attraverso la mobilità sostenibile, come, ad esempio, le auto elettriche. Ecco, questo sarebbe sicuramente un ottimo sistema, peccato però che costano davvero tanto e, in una città ricca come la nostra, sicuramente saranno in molti a potersele permettere. Probabilmente, a risolvere il problema potrebbe essere l’esimio assessore Catania, che potrebbe regalare le auto elettriche ai palermitani e così facendo prenderebbe due piccioni con una fava: da un lato renderebbe più pulita l’aria, ma soprattutto farebbe contento sé stesso pedonalizzando tutto il pedonalizzabile».

A MeridioNews, però, è lo stesso Catania che prova a chiarire. «È ancora un progetto alle fasi iniziali - spiega l'assessore alla Mobilità del Comune di Palermo - Siamo alla fase embrionale, quindi non abbiamo elaborato un progetto nel complesso. Abbiamo svolto un paio di incontri, stiamo discutendo di questa esigenza da parte della presidenza della Regione che noi condividiamo. Riteniamo che sia giusto che la Regione abbia una parte di protezione dalle macchine, una sede importante come palazzo d'Orleans deve avere un'adeguata tutela. Stiamo lavorando per garantire ciò. Visto l'impatto che avrà sulla città, comunque, questo progetto non potrà vedere una realizzazione prima dell'estate 2020». 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews