Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Madonie, tre milioni per la riqualificazione urbana
Ficile: «L'obiettivo è contrastare lo spopolamento»

Finanziato da un bando della Presidenza del Consiglio il programma coinvolge 18 centri e i cantieri dovrebbero partire entro il mese: «In una seconda fase è prevista la realizzazione di centri culturali polivalenti per la valorizzazione e messa in rete dei talenti», spiega il presidente di Sosvima

Antonio Mercurio

«L’obiettivo è di invertire o rallentare il declino demografico. Sappiamo che rispetto a sfide così complesse non bastano strumenti singoli. Sicuramente questo progetto può costruire le condizioni per ridare voce e speranza a chi desidera restare, ma servono scelte lungimiranti, di lunga durata, e azioni strutturate». Ne è convinto o almeno se lo augura Alessandro Ficile, il presidente della Società Sviluppo Madonie capofila di un progetto per la riqualificazione urbana delle periferie nel palermitano. Ideato e diretto da I World, capofila Sosvima, il piano I Art: il Polo diffuso per la riqualificazione urbana delle periferie dei comuni delle Madonie è finanziato da un bando della Presidenza del Consiglio, con un corposo stanziamento complessivo che ammonta a 3 milioni e 100 mila euro, provenienti dal Fondo di Sviluppo e Coesione

Partito la scorsa estate, il programma coinvolge 18 centri nel palermitano: Alimena, Aliminusa, Bompietro, Caltavuturo, Castelbuono, Cerda, Geraci Siculo, Gratteri, Lascari, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni e Valledolmo. Il progetto punta innanzitutto alla riqualificazione urbana delle periferie dei Comuni aderenti e la loro messa in rete; al miglioramento della qualità del decoro urbano; al potenziamento delle prestazioni e dei servizi di scala urbana, tra i quali lo sviluppo di pratiche del terzo settore per l’inclusione sociale; e l'adeguamento delle infrastrutture destinate ad attività e servizi sociali e culturali, educativi e didattici.

Da questo punto di vista, su 9 dei 18 edifici interessati dal progetto verranno realizzati interventi di ristrutturazione e di adeguamento al fine di renderli funzionali alla nuova destinazione d’uso. Sono state già completate le procedure di appalto ed entro la fine del mese dovrebbero essere consegnati i lavori con l’apertura dei cantieri. Gli obiettivi si coglieranno anche attraverso l’attivazione di azioni integrate con la realizzazione e messa in rete di punti di ritrovo polivalenti allestiti con attrezzature multimediali. «Il progetto consentirà di intervenire sui immobili comunali fatiscenti o inutilizzati - conferma Ficile -. In nove di questi saranno realizzati una serie di interventi di riqualificazione, mentre in tutti i 18 enti saranno realizzati dei centri culturali polivalenti finalizzati all’attivazione di momenti di partecipazione ed elaborazione condivisa da parte delle comunità. Veri e propri laboratori di orientamento su una serie di temi fortemente identitari del territorio riferiti alla cultura materiale e immateriale». 

Tra le finalità, inoltre, anche la creazione di reti e networking, come la piattaforma ‘Milleperiferie’ per la messa a sistema di progetti di rigenerazione urbana; l’avvio di laboratori e attività di orientamento per l’animazione territoriale e lo sviluppo di competenze; la realizzazione di interventi di street art e arte urbana. «Ogni centro culturale polivalente avrà un tema di riferimento - suggerisce ancora il direttore di Sosvima - come il museo del mare di Pollina, mentre una seconda fase prevede l’elaborazione condivisa con le comunità di quelli che saranno i contenuti da far veicolare». Il tutto verrà ulteriormente rafforzato con l’intervento di artisti nazionali e internazionali che assieme ai giovani talenti locali avranno la possibilità di realizzare delle performance.

La parola d'ordine è sempre quella di invertire il trend di spopolamento che flagella da anni le Madonie. «Il dato dell’ultimo censimento Istat è una fotografia spietata a livello regionale - ammette Ficile -, che racconta negli ultimi anni la fuga di oltre 400 mila giovani. Se pensiamo che Palermo ha perso nello stesso periodo circa 15mila abitanti, non è difficile immaginare che dal territorio madonita negli ultimi quattro anni saranno andate via almeno 4-5mila persone». È indubbio che uno dei motivi va ricercato nella mancanza cronica di lavoro ma, subito dopo, ci sono delle motivazioni «strettamente connesse all’impossibilità di avere dei luoghi di socializzazione all’interno dei quali fare emergere i cervelli. Questi centri polivalenti devono assolvere anche a questa funzione, valorizzare questi talenti mettendoli in rete con altri nazionali e internazionali» conclude.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews