Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, a Biancavilla un'altra prova della verità
E allo stadio circa 300 tifosi incitano la squadra

Prima della partenza per la cittadina catanese, dove i rosanero affronteranno domani gli etnei quarti in classifica e scossi dalla separazione dal tecnico Pidatella, la squadra è stata incitata al Barbera dagli ultras della Curva Nord. Lancini verso il forfait, più facile il recupero di Martin

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Sei vittorie nelle prime sei giornate hanno già detto molto sulla forza e sul livello di competitività della squadra ma non sono sufficienti. Sostenere che il Palermo non ha ancora fatto nulla può sembrare una frase fatta ma corrisponde alla verità. In questo primo segmento della stagione la compagine di Pergolizzi ha dimostrato di essere la più forte o comunque una delle più forti del girone I del campionato di serie D ma, in base al motto secondo cui gli esami non finiscono mai, deve dimostrarlo in ogni circostanza per legittimare le proprie ambizioni. Ecco perché la gara in programma domani alle ore 15 sul campo del Biancavilla e valida per la settima giornata rappresenta un’altra prova della verità. I rosanero, che finora in trasferta hanno sempre mantenuto la porta inviolata, sono chiamati a dare nuovamente delle risposte convincenti in un contesto, tecnico e ambientale, che potremmo definire inedito in virtù di un coefficiente di difficoltà più alto rispetto alle sfide precedenti.

Il Biancavilla, scosso dal caso allenatore culminato con la sorprendente interruzione del rapporto lavorativo con Orazio Pidatella, è una squadra di medio-alta classifica (gli etnei sono quarti con 13 punti) ed è l’unica in questo avvio stagionale che i rosa non sono riusciti a battere. E’ successo lo scorso 11 settembre al Barbera in occasione del turno preliminare della Coppa Italia di categoria. Match, perso ai rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari, nel quale la formazione ospite pur avendo affrontato una specie di Palermo 2 dimostrò di avere i mezzi per potere dare del filo da torcere agli uomini di Pergolizzi.

Sul fronte rosanero, un’altra incognita che presenta la gara di domani, al di là dell’impatto psicologico che sui padroni di casa avrà la separazione dal tecnico, è quella legata all’assenza di tifosi palermitani al seguito della squadra per motivi di ordine pubblico. Un vuoto che sul piano simbolico verrà colmato al San Lorenzo Mercato dove saranno allestiti due maxischermi e che, in parte, è già stato riempito oggi nel piazzale antistante lo stadio Renzo Barbera dove la squadra in partenza per Biancavilla (intorno alle 13,40) è stata incitata dai cori di circa 300 ultras della Curva Nord (Superiore ed Inferiore) presenti con maxibandiere e alcuni striscioni («Onorate la maglia…e la nostra assenza» e «Ci sono anche se non ti vedo») esibiti con l’obiettivo di richiamare l’attenzione dei giocatori e ribadire il messaggio che, anche se non ci saranno fisicamente, dal punto di vista emotivo i tifosi domani saranno comunque presenti.

Per il match contro gli etnei, reduci da due successi di fila, Pergolizzi (che ha convocato ventuno giocatori tra cui il jolly offensivo Rizzo Pinna escluso dalla lista e pungolato in maniera esplicita la settimana scorsa) è alle prese con i dubbi legati alla disponibilità di Lancini e Martin. Il difensore, costretto a fare i conti con un infortunio alla caviglia sinistra, al netto di sorprese dell’ultim’ora sembra avviato verso il forfait e in questo caso il suo alter ego al fianco di Crivello sarebbe Accardi. Meno problematica, invece, la situazione relativa al centrocampista francese reduce da un fastidio agli adduttori. Se non dovesse recuperare, in ogni caso, in cabina di regia si contenderebbero una maglia Mauri e Ambro, candidato numero uno al ruolo di trequartista nel caso in cui venisse confermato il modulo 4-3-1-2 proposto domenica scorsa al Barbera contro la Cittanovese.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews