Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Vucciria, sgominata banda di quattro spacciatori
Documentati due episodi di sequestro di persona

Protagonisti due consumatori che si sono ritrovati nelle mani dei pusher in momenti diversi. Nel primo caso, dopo avere estorto il denaro alla vittima questa sarebbe riuscita a scappare. Nel secondo l'uomo è stato liberato dopo il bonifico 

Redazione

Spaccio e sequestro di persona ai fini di estorsione alla Vucciria. La polizia ha eseguito un provvedimento di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti dei componenti di gruppo di quattro persone accusate di spaccio, con base operativa nello storico quartiere palermitano: F. L. G., 24enne, P. P., 26enne, S. S., 53enne e V. D. G., 21enne. Il 24enne, trovandosi già ristretto in regime di arresti domiciliari per altri fatti, dovrà rispondere anche del reato di evasione. 

A conclusione di laboriose indagini e riscontri, condotti in sinergia investigativa da personale della Squadra Mobile e del Commissariato Centro, è stato contestato ai quattro il sequestro di persona a scopo di estorsione, di cessione di stupefacenti e di lesioni personali aggravate. Questi reati si sarebbero concretizzati in un appartamento della Vucciria, in vicolo dei Calzonai, ritenuta la vera e propria base operativa del gruppo criminale. A distanza di qualche giorno, due assuntori di crack, giunti alla Vucciria in cerca di droga e finiti in vicolo dei Calzonai, sarebbero stati protagonisti di due episodi, simili per dinamica. Il primo episodio risale al 1 ottobre. Un assuntore, giunto dalla provincia palermitana nel capoluogo per acquistare e consumare dosi di crack, è stato indirizzato da alcuni spacciatori di strada alla Vucciria e messo in contatto con pusher specializzati nel reperimento di questo potente derivato della cocaina. L’assuntore ha, in effetti, facilmente ottenuto alcune dosi, ma l’esserne entrato in possesso ha segnato l’inizio del suo calvario: sarebbe stato costretto dai pusher a consumarla nell’appartamento di vicolo dei Calzonai e sotto costante minaccia ad acquistarne e consumarne altra. Sarebbe stato costretto anche a consegnare il denaro in suo possesso, oltre 100 euro e a reperirne dell’altro necessario a pagare le dosi acquistate controvoglia; avrebbe subito percosse e minacce e soltanto dopo alcune ore di privazione di libertà, sarebbe riuscito a fuggire, trovare rifugio in un esercizio commerciale e lanciare l’allarme. 

Il secondo episodio risale al 5 di ottobre ed è stato ricostruito dai Falchi della Squadra Mobile palermitana. Protagonista un giovane professionista originario di un’altra provincia siciliana, il quale, di passaggio nel capoluogo, non ha resistito alla tentazione di acquistare e consumare della cocaina, per far ciò, rivolgendosi ad alcuni pusher della Vucciria. Nell’arco di alcune ore, a cavallo tra sabato e domenica, il professionista, anche alla luce del pregresso rapporto di conoscenza con i suoi fornitori, ha acquistato un numero di dosi, concesse anche a debito. Quando i pusher hanno intuito la sua momentanea indisponibilità di denaro per onorare il debito, avrebbero deciso di ricorrere alle maniere forti trattenendolo in un appartamento della Vucciria, lo stesso di vicolo dei Calzonai del primo episodio, fin quando non fossero stati ripagati delle loro dosi. Il denaro, la vittima, lo avrebbe ottenuto dopo averlo chiesto telefonicamente al genitore, al quale avrebbe fedelmente reso il racconto della sua disavventura, chiedendo un bonifico sulla propria carta prepagata. Il genitore, allarmato, ha effettuato una compiuta segnalazione di quanto stesse accadendo a Palermo ad un Ufficio della Polizia di Stato presso il suo luogo di residenza, facendo così immediatamente scattare la segnalazione raccolta dai poliziotti della Mobile palermitana. Gli agenti hanno individuato la vittima, in stato di shock per le strade della Vucciria, appena rilasciata dai suo sequestratori dopo aver vista soddisfatta la loro richiesta economica.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews