Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ragazzini scomparsi da Casteldaccia, ripartono indagini
Indagato un amichetto dell'epoca. «La mafia non c'entra»

Vincenzo Rosselli, all'epoca 14enne, finisce iscritto nel registro degli indagati insieme allo zio Guido. Sotto la lente dei magistrati anche alcuni immobili riconducibili ai due, da dove provengono alcune carte di caramelle e merendine che saranno analizzati

Silvia Buffa

Cartacce di caramelle e di merendine vecchie oltre 27 anni, alcuni immobili e soprattutto due nomi, quelli di Vincenzo Rosselli e dello zio Guido. Ripartono da questi elementi le indagini per fare luce sulla scomparsa di Salvatore Colletta e Mariano Farina, i ragazzini di Casteldaccia di cui si sono perse le tracce il 31 marzo 1992. «Sappiamo che è questo Vincenzo Rosselli che ha dato lo zaino e la coperta a tutti e due», spiega oggi Carmela La Spina, mamma di Salvatore Colletta. Una delle ipotesi che si è fatta strada all'inizio del caso fu quella dell'allontanamento volontario da parte dei due ragazzini, una fuga. «Dobbiamo scappari i casa». L’aveva detto più volte a tutti gli amici il dodicenne Mariano Farina, e alla fine, forse, ci era anche riuscito, insieme al quindicenne Salvatore Colletta, un ragazzino mite, timido, che non sapeva mai dire di no. I due non erano in classe insieme a scuola, ma spesso al pomeriggio giocavano a pallone con altri ragazzini, per le strade di Casteldaccia.

Non sembra stupita, però, di sentire quel nome mamma Carmela. In tempi non sospetti, proprio lei aveva più volte lanciato appelli perché si cercassero gli amici dell'epoca, che avrebbero potuto conoscere dettagli di quell'ultimo giorno mai emersi negli anni. Tra le richieste avanzate dall’ex legale della famiglia Colletta, l'avvocato Giacomo Frazzitta, c'è stata infatti anche quella di risentire proprio gli amici dei due bambini, con la richiesta di interrogarli, «una cosa che andava fatta già 27 anni fa», ha più volte sostenuto mamma Carmela. Vincenzo Rosselli da tempo ha lasciato Casteldaccia per trasferirsi nella vicina Altavilla con la famiglia. «Quasi non lo conosco Rosselli - dice ancora mamma Carmela -, anche all'epoca non c'è stato granché». Nel 1992 Vincenzo Rosselli era appena un 14enne, mentre oggi di anni ne ha 40. Tuttavia, di una cosa mamma Carmela è da tempo convinta, che «la mafia non c'entra niente», una pista che ha sempre reputato un vicolo cieco. 

Tanti, infatti, i suoi appelli perché non si costruissero più «castelli di sabbia» e non si riprendessero «vecchie piste che non hanno nulla a che vedere con la scomparsa dei ragazzi, tra cui quella mafiosa». Proprio quella che «è stata già seguita e non ha portato a nulla. Siamo stanchi di ripetere le stesse cose da 27 anni». «Non conosciamo molti dettagli dell'indagine - conclude la mamma di Salvatore Colletta -, vediamo cosa accadrà adesso». Il filone intrapreso sembrerebbe seguire gli spunti suggeriti, attraverso più passaggi, dalla richiesta di opposizione all'archiviazione presentata dall'avvocato Frazzitta, ex legale della famiglia Colletta che gli ha improvvisamente revocato l'incarico a indagini in corso. «Quello di Vincenzo Rosselli è uno dei nomi presenti nella mia richiesta di opposizione - spiega -, così come la richiesta di controllare gli immobili e gli appezzamenti di terreno in uso proprio a lui».

Quello che l'avvocato Frazzitta cercava tirando in ballo i beni dell'uomo oggi indagato erano proprio quei reperti su cui a breve verranno eseguiti degli «accertamenti irripetibili». Tutti elementi messi insieme proprio dall'ex legale nella richiesta di opposizione all'archiviazione che porta la sua firma, dopo anni di lavoro e studio su alcuni dettagli del caso mai concretamente approfonditi. «Sono contento che possa esserci una traccia - dice più volte -. Gli atti originali non ce li aveva nessuno, sono dovuto andare a prenderli io in archivio in procura, da lì ho ricominciato a studiare tutto il caso e ho visto che la situazione intorno a Rosselli non quadrava molto. Sono contento delle ultime novità raggiunte in merito al caso».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews