Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, battesimo rosanero per Ficarrotta
«Indossare questa maglia per me è un sogno»

L'esterno offensivo classe 1990, arrivato dal Marsala al culmine di una trattativa nata domenica dopo la partita, ha firmato il contratto e sostenuto il primo allenamento con i nuovi compagni. Lettera del presidente dei lilibetani Cottone: «Offerta che non potevamo rifiutare»

Antonio La Rosa

Foto di: Siracusa Times

Foto di: Siracusa Times

«Vestire la maglia rosanero è un sogno per ogni palermitano. Voglio dare il mio contributo alla squadra per raggiungere l’unico obiettivo possibile». Prime parole da giocatore del Palermo per Luca Ficarrotta, neo-acquisto rosanero. L’esterno offensivo classe 1990, al quale il vicepresidente Tony Di Piazza ha dato il benvenuto attraverso un post sul suo profilo Facebook, ha sostenuto le visite mediche e firmato il contratto con il suo nuovo club. «Non vedo l’ora di scendere in campo al Barbera – ha ammesso al sito ufficiale tramite i canali social - e di poter gioire insieme ai nostri eccezionali tifosi che saranno la nostra arma in più per tutto il campionato».

Ficarrotta arriva dal Marsala, club che lo aveva prelevato dalla Sancataldese con cui nella scorsa stagione in D ha collezionato 32 presenze in gare ufficiali condite da 15 gol e 4 assist. E con la maglia dei lilibetani si è messo in luce domenica scorsa nello scontro diretto con i rosanero impressionando per la sua agilità e dando del filo da torcere sulla fascia al concittadino Accardi. Dopo la partita è nata una trattativa culminata nelle ultime ore, sul fronte rosanero, con la fumata bianca. Dopo l’iniziale no del Marsala, il tandem Sagramola-Castagnini è riuscito a sfondare il muro di resistenza dei biancoazzurri complice la volontà del giocatore attratto, a 29 anni, dal richiamo della squadra della sua città con la quale questa mattina ha sostenuto al Centro Universitario Sportivo il primo allenamento. Seduta durante la quale l’esterno d’attacco è stato provato in un breve arco temporale in un tridente con Santana e Rizzo Pinna. Il presente, dunque, si chiama Palermo. Marsala fa ormai parte del suo passato ma, prima che venga voltata pagina, il club biancoazzurro ha chiarito gli sviluppi di questa operazione spiegando le ragioni per le quali la società si è privata di uno dei tasselli più importanti dello scacchiere del tecnico Giannusa.

«Splendida famiglia azzurra - scrive il presidente Domenico Cottone in una lettera allegata alla nota con cui è stata ufficializzata la cessione a titolo definitivo del giocatore - in questo preciso momento è mia premura scrivervi questa lettera in cui motiverò l’operazione appena conclusa. Appena due mesi fa è stata mia ferma volontà quella di regalare al Marsala Calcio un calciatore di spessore e di qualità superiore alla media della categoria. Quel giocatore l’ho individuato in Luca Ficarrotta. Grazie al lavoro del direttore sportivo dott. Umberto Calaiò, siamo riusciti a completare l’operazione in entrata vestendo Luca di azzurro. Siamo stati onorati di aver avuto Ficarrotta in gruppo, riconoscendogli spiccate doti umane pari o superiori a quelle calcistiche. Dopo la partita con il Palermo - prosegue Cottone - la stessa società rosanero ci ha contattato per sondare il terreno riguardo al ragazzo, e io stesso ho ribadito che Ficarrotta era un patrimonio sportivo ed economico della società, e che non si sarebbe mosso a meno che un’altra società non avrebbe pienamente preso atto di questo. Nelle successive ore, il Palermo Calcio ha formulato un’offerta che, nell’ottica di sviluppo della nostra azienda e della strutturazione del Marsala Calcio, non eravamo in grado di rifiutare. Unitamente, lo stesso calciatore ha prontamente manifestato la propria volontà di non potere rifiutare l’opportunità di trasferirsi a 29 anni nella blasonata squadra della propria città».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews