Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Teatro Massimo, Giambrone confermato sovrintendente 
Bonisoli firma dopo i dubbi sollevati prima di Ferragosto

Il ministro ai Beni Culturali alla fine ha dato il via libera alla nomina deliberata all'unanimità dal Consiglio di Indirizzo. Orlando: «È conferma di prosecuzione di un percorso di cambiamento della città, di cui il Massimo è unanimemente riconosciuto come una delle eccellenze e simboli»

Stefania Brusca

Foto di: wikipedia

Foto di: wikipedia

Molto rumore per nulla, verrebbe da dire. È arrivato il via libera alla nomina di Francesco Giambrone a sovrintendente del Teatro Massimo. Il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli alla fine ha firmato il decreto di nomina dopo aver sollevato alcuni dubbi in una lettera inviata al Consiglio di indirizzo e al sindaco Leoluca Orlando, che lo presiede come da statuto. Le perplessità del ministro erano state avanzate in merito alla parentela del sovrintendente con il vicesindaco Fabio Giambrone. In particolare Bonisoli si riferiva a presunti effetti che il legame «potrebbe avere su chi partecipa alla vita del teatro» e si chiedeva se non si rischiava così di «dare un segnale sbagliato alla città». Ma il primo cittadino aveva bollato come pretestuose le motivazioni addotte dal titolare dei Beni culturali e convocato il consiglio di indirizzo per il 14 agosto. 

In quella data il Consiglio di indirizzo ha dibattuto sulle rilevazioni del ministro, ribadendo quanto deciso precedentemente all'unanimità: resta la volontà di confermare Giambrone sovrintendente. Nella delibera del CdI si legge infatti che «non sussiste alcuna ragione ostativa di opportunità in considerazione dell'assoluta specificità, importanza ed autonomia del dottor Francesco Giambrone e delle competenze di sovrintendente rispetto ai suoi congiunti», confermando l'intero contenuto del precedente provvedimento dell'1 agosto. 

«Con la firma, da parte del Ministro Alberto Bonisoli - afferma Orlando - del decreto di nomina di Francesco Giambrone a Sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo si conclude una procedura che ha registrato da parte di tutti i componenti del Consiglio di Indirizzo una forte e ripetuta unanimità, volta a garantire continuità e portare sempre più a realizzazione un programma di altissimo livello, che ha contribuito a fare assumere al nostro Teatro e alla intera città un grande prestigio nazionale e internazionale». Il sindaco si dice certo della collaborazione di tutte le componenti del teatro: «Sono certo che non mancherà, come non è mancato sinora, il fondamentale contributo di quanti operano nel e per il Massimo di Palermo: dai lavoratori ed artisti agli abbonati e a tutto il pubblico, dagli esperti ai tanti cittadini di ogni quartiere di Palermo, ma anche da ogni parte d'Italia e del mondo che in questi anni sono stati coinvolti e protagonisti di questa straordinaria esperienza».

E Orlando non risparmia una stoccata al ministro: «La conferma di Francesco Giambrone, che ringrazio per la sua disponibilità e passione, è conferma di prosecuzione di un percorso di cambiamento della città, di cui il Massimo è unanimemente riconosciuto come una delle eccellenze e simboli. Anche per questo, ritengo che sia stato del tutto fuori luogo che nei giorni scorsi siano stati prospettati impropri ruoli di intermediazione di un percorso che è sempre rimasto, come doveva rimanere, nei canali del rigore e della qualità nel rispetto dei ruoli istituzionali di tutti».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews